menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Municipio VII senza dirigenti, il Comune risponde a Lozzi. “Hai più personale di chiunque altro”

L'assessore al Personale risponde per le rime alla presidente Lozzi che aveva accusato il comune di "bullismo istituzionale"

Il Municipio VII non ha più due dirigenti. Un problema che l’ente di prossimità, guidato dalla presidente Lozzi, ha segnalato prima al Comune e poi alla stampa. Perchè, la contestuale assenza di un direttore apicale e di un direttore tecnico, crea problemi nella gestione amministrativa di un territorio dove, “ogni giorno ci sono centinaia di documenti da visionare e firmare”.

Il Municipio con più dipendenti

Il Campidoglio però contesta la narrazione di un municipio lasciato alla deriva. Il Municipio VII - ha fatto sapere Antonio De Santis, assessore comunale al Personale - è di  gran lunga quello con la pianta organica più consistente di tutta la città, basta prendersi la briga di consultare l'organigramma della struttura territoriale guidata da Monica Lozzi, aggiornata al primo gennaio 2021, per sapere che dispone di ben 529 unità di personale, il numero più alto tra tutti i 15 Municipi romani”.

La critica alla Lozzi

Al territorio più popoloso della Capitale, corrisponde quindi la quota numericamente più significativa di impiegati. Ma la replica dell’assessore entra nel merito anche della lamentata assenza dei direttori. "La presidente Lozzi é perfettamente a conoscenza del fatto che il Dirigente apicale del VII Municipio, di cui lamenta la mancanza in organico, andrà in pensione dal prossimo mese di luglio e che ha, peraltro, accumulato centinaia di giorni di ferie. Aspetto, quest'ultimo, che la presidente del Municipio avrebbe potuto gestire con maggiore oculatezza”.

La critica è evidente. Secondo il Campidoglio, se da lunedì scorso il municipio è senza direttore apicale, il dirigente che ad interim ricopriva anche la carica di Direttore Tecnico, è perchè chi governa il municipio non ha saputo gestire il piano ferie.  “Cio' nonostante, contrariamente a quanto affermato da Monica Lozzi - ha sottolineato De Santis -  Roma Capitale si è già occupata della sostituzione del dirigente in ferie”.

Il bullismo e l'aplomb istituzionale

C’è un ultimo sassolino che l’assessore al Personale vuole togliersi dalla scarpa. E riguarda l’accusa di “bullismo istituzionale” che la presidente Lozzi aveva assegnato al Campidoglio. Reo, a suo dire, di non mettere in condizione l’ente di prossimità di governare bene. “Mi permetto di suggerire alla presidente del Municipio di rubare con gli occhi e le orecchie un po' di etica pubblica dai suoi colleghi degli altri Municipi che riescono ad assicurare i servizi alla cittadinanza, senza nascondersi dietro a una parola come 'bullismo' che e', invece, causa di vere tragedie tra i nostri ragazzi. Essere un'Istituzione richiede equilibrio, misura e spirito di servizio” .
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento