menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asili nido, sospeso il digiuno: “Speriamo sia finito l’inverno del diritti”

L’Assemblea Capitolina mette fine allo sciopero della fame del Consigliere Tutino. “Sospendo, ma sono pronto a riprendere a lottare: si deve finire di appaltare l’illegalità”

Aveva dichiarato di voler ripristinare la legalità negli asili nido di Roma Capitale. E per farlo si è esposto in prima persona, il Consigliere municipale Davide Tutino, con uno sciopero della fame durato ben nove giorni.L’iniziativa non violenta, pensata per inaugurare una nuova stagione dei diritti, è finita. O meglio, è stata sospesa.

SI VOTA IN CAMPIDOGLIO - “Arriva dal consigliere Riccardo Magi, della Lista Marino, la notizia che il documento sul ripristino della legalità nei servizi all'infanzia andrà al voto in Campidoglio martedì prossimo, segno che la maggioranza ha raggiunto un accordo in merito”. Era il primo segnale che, il Consigliere municipale della Lista Marino, si attendeva dall’Assemblea Capitolina, per poter terminare il suo sciopero della fame.

LA PRIMAVERA DEI DIRITTI - “Ringrazio Magi, la giunta del Municipio 7, e tutti i protagonisti di questa nuova stagione, che vogliamo metta fine all'Inverno del diritto inaugurato dal sindaco Alemanno. Valga all'Assessore Cattoi, ed alla presidente della commissione scuola Baglio – sottolinea Tutino - come atto di fiducia e di dialogo, l'interruzione del mio digiuno” .

Un’apertura maturata dopo la decisione di affrontare in Aula Giulio Cesare il documento su cui puntavano i Radicali Magi e Tutino. “Ricordo che tutto nasce dalle scelte con cui la Giunta Alemanno scaricò su circa 250 asili, 1600 lavoratori, 7000 bambini, la decisione politica di puntare ad asili sottocosto – osserva Tutino - Sono e siamo pronti a riprendere a lottare perché il Comune di Roma cessi definitivamente di appaltare l'illegalità. Ci saremo a partire da martedì stesso, giorno in cui invito i cittadini ad essere presenti al voto in Campidoglio, presenti e ben visibili, indossando una luminosa maglia gialla. Noi ci saremo, in dialogo, in lotta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Attualità

Coronavirus, a Roma 534 casi. Sono 1243 i nuovi contagi nella regione Lazio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento