TuscolanoToday

Statuario, residenti divisi anche dallo skate park. Il Municipio lancia il sondaggio: “Decide la maggioranza”

Il progetto di riqualificazione dell’area verde di via del Calice non piace a tutti. Vitrotti (PD): “I residenti suggeriscono di apportare modifiche, ma con il referendum non è possibile farlo”

Skater. Foto Pixabay

Le divisioni sulla presenza dell’albergo Covid di via Siderno sembrano superate. I progressivi trasferimenti degli ospiti che al suo interno facevano la quarantena, ha rasserenato gli animi. Ma i residenti di Statuario e Capannelle hanno già trovato un nuovo terreno di scontro. Questa volta, a divedere gli abitanti, è il destino del giardino in via del Calice.

Il playground e lo skate park

Il Municipio aveva previsto di realizzare nell’area verde di Statuario un playground polivalente e delle aree giochi inclusive. Si tratta della riproposizione del progetto che l’amministrazione ha già completato nella zona della Piscine di Torrespaccata. In più, in via del Calice, il Municipio vorrebbe costruire anche uno skate park. La richiesta, avanzata dai giovani del quartiere, è stata anche trasferita sulla carta. Con tavole di pino e strutture portanti in acciaio zincato, l’ente di prossimità ha intenzione di edificare, in un’area di circa 345 metri quadrati, half pipe, streetblock e quarterpipe. 

La decisione del Municipio

“Abbiamo ricevuto una lettera di proteste da parte di un avvocato che è residente nel quartiere. E sappiamo che sulla realizzazione del playground e dello skate park è stata convocata anche una commissione trasparenza. Al netto delle critiche ricevute, abbiamo deciso di chiedere ai cittadini se sono ancora interessati a queste opere – ha fatto sapere la presidente del Municipio VII Monica Lozzi – noi abbiamo già stanziato le risorse anche per lo skate park ma saranno i residenti a decidere. Se la maggioranza è interessata all’intervento lo realizziamo. Altrimenti lo andremo a fare da un’altra parte”. E per quanto riguarda la manutenzione delle aree “sarà il municipio a farsene carico” ha promesso la minisindaca.

Il sondaggio

Il sondaggio, cui è possibile partecipare visionando il progetto dello skate park e la foto del campo da playground costruito a Piscine di Torre Spaccata. Quello previsto in via del Calice presenta le stesse caratteristiche e dunque si presta ad essere utilizzato per partite di calcetto e di basket. Ai soli residenti di Statuario e Capannelle è data la possibilità di esprimere la propria intenzione entro il 15 maggio. 

I residenti contrari

La decisione d’intervenire sul giardino di via del Calice, è stata oggetto di una commissione Controllo e Garanzia che il Partito Democratico ha appositamente richiesto. “I cittadini si sono preoccupati perché, prima che iniziasse il lockdown legato al nuovo Coronavirus, hanno visto apparire dei cartelli in quella piccola area verde. Si sono domandati cosa stesse accadendo e per questo abbiamo deciso di affrontare la questione nella sede istituzionale competente, la commissione trasparenza” ha spiegato Valeria Vitrotti, capogruppo democratica nel Municipio VII.

Il braccio di ferro

Anche la scelta di rimettere la decisione ai residenti, tramite un sondaggio, è stato oggetto di contestazione. “Il referendum non va bene come strumento perché non consente di raccogliere le modifiche suggerite dai residenti. O si accetta il progetto del Municipio oppure niente. Non mi sembra un approccio corretto” ha sottolineato la capogruppo democratica. “Alcuni abitanti – ha poi argomentato Vitrotti - hanno proposto di realizzare il playground al posto dell’attuale pista di pattinaggio e di spostare in un punto più centrale anche l’area giochi. Sono modifiche ragionevoli dettate anche dal fatto che via del Calice e via del Calicetto sono strade molto trafficate e quindi, la proposta di spostare al centro gli interventi previsti, nasce dall’esigenza di garantire una maggiore sicurezza”. 

L'area verde da preservare

Non ultimo, i residenti contrari all’operazione voluta dal Municipio chiedono anche di valorizzare l’area verde per quello che è. “Non è molto grande quello spazio che rappresenta peraltro l’unico polmone del quartiere – ha sottolineato Vitrotti – ma se vi si realizza un playground, un’area giochi ed uno skate park, poi di verde cosa rimane?”. Il Municipio ha deciso di far rispondere i cittadini. Con il sondaggio potranno stabilire se preferiscono conservare l’attuale giardino o, viceversa, se vogliono sposare il progetto difeso dalla presidente Lozzi. Vie di mezzo non sono contemplate. Il braccio di ferro continua.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto dello skate park-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento