menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Statuario, a bando il restyling dell'accesso al Parco degli Acquedotti: "Così miglioriamo la fruizione di pedoni e turisti"

Il Municipio VII ha progettato la riqualificazione dell'ingresso di viale Appio Claudio. Ass. Salvatore Vivace: "Offriremo un accesso all'altezza dei maestosi Acquedotti"

Niente più slalom tra le buche. L'accesso al parco degli Acquedotti dallo Statuario è destinato a subire una radicale trasformazione.

Il progetto di riqualificazione

"Abbiamo individuato i fondi, realizzato la progettazione e già affidato l'appalto per la riqualificazione dell'accesso al parco di viale Appio Claudio - ha dichiarato la presidente del Municipio VII Monica Lozzi - non è un progetto solo sulla carta, i lavori infatti partiranno presto, tra qualche settimana". Viale Appio Claudio è una strada che, passando per l'omonimo quartiere, attraversa il parco, e prosegue nel quartiere dello Statuario. Ed è lì che è prevista l'intervento annunciato da Lozzi.

Un ingresso pericoloso

Oggi la strada che consente l'ingresso al parco, all'altezza del quartiere Appio Claudio, è interessata da un progetto che prevede anche la realizzazione anche di una ciclabile. Sul fronte di Statuario, invece, continua ad essere piena d'insidie, soprattutto per la presenza di un fondo molto sconnesso. In quel punto la strada attraversata dalle auto, è priva di marciapiedi. Auto e pedoni condividono lo spazio e chi vuole percorrerla a piedi o in bici, più che ammirare il paesaggio circostante, deve prestare attenzione a dove si muove.

Un intervento che migliora sicurezza e fruizione

"La richiesta di riqualificazione nasce dalla duplice esigenza di migliorare la sicurezza di pedoni e turisti ed anche la fruizione del parco stesso - ha spiegato l'assessore ai Lavori pubblici Salvatore Vivace - per questo abbiamo ottenuto l'incarico manutentivo dell'area e, a quattro mani con l'ente parco, abbiamo provveduto a riprogettare questo accesso".

Cosa prevede il progetto

Il restyling prevede la sistemazione di percorsi, in sede protetta, dedicati ai pedoni. La sistemazione d'un differente fondo stradale, più drenante. La realizzazione di un impianto di smaltimento delle acque meteoriche e l'apposizione d'una nuova recinzione che andrà a sostituire quella, metallica, attualmente presente. "Non sarà più consentito arrivare con i grandi pullman turistici - ha sottolineato Vivace - abbiamo individuato lo spazio per parcheggiare le auto e stiamo valutando la sistemazione di un impianto semaforico sotto al ponticello" che consente alle auto d'imboccare la strada.

Il collegamento tra i parchi

Alla fine dei lavori, l'ingresso "sarà all'altezza di questa maestosa opera d'ingegneria idraulica che sono i nostri acquedotti. E sarà un tassello in vista della realizzazione di un progetto più ampio che, come municipio stiamo realizzando - ha concluso l'assessore Vivace - vogliamo infatti collegare, con piste ciclabili ed accessi sicuri, tutti i parchi archeologici presenti nel nostro territorio, dalla Torre di Mezzavia alla Caffarella".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento