rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Tuscolano Cinecittà

Laboratori artigianali e somministrazione: a bando decine di box nei mercati rionali

Nei mercati rionali 2.0 partiti i primi bandi per l’assegnazione dei banchi. Lozzi: “Da Cinecittà a San Giovanni progettati in maniera innovativa, non solo per fare la spesa”

Laboratori artigianali, box per la somministrazione, laboratori enogastronomici. Per affrontare le sfide della grande distribuzione i mercati rionali si stanno trasformando. E nel farlo, creano anche nuove opportunità di lavoro.

I mercati 2.0

 “Nel nostro municipio stiamo progettando i mercati con una visione un po’ innovativa perchè ha sempre meno senso che siano soltanto dei luoghi dove andare a fare la classica spesa” ha spiegato la minisindaca Monica Lozzi, l’ex grillina che, lasciando il Movimento 5 Stelle, sta sfidando Virginia Raggi nella corsa in Campidoglio.

Il bando 

Il cambiamento, oltre alla riqualificazione degli spazi, passa inevitabilmente anche per una loro diversa destinazione. “Abbiamo in mente una serie di bandi attraverso i quali assegnare i banchi. A settembre abbiamo già fatto partire quello per il mercato Piscine di Torre Spaccata la cui riqualificazione è quasi ultimata. Ad ottobre invece sarà la volta di Quarto Miglio e Metronio. Ed a seguire - ha annunciato Piero Accoto, assessore al Commercio del Municipio VII - arriveranno anche gli altri”.

I banchi disponibili

Il bando relativo al mercato appena riqualificato di Cinecittà Est, mette a disposizione 31 banchi. “Lì sono rimasti solo sette operatori e per questo abbiamo puntato, una volta ultimata la riqualificazione, a farlo partire subito con nuove attività” ha sottolineato Accoto. Si tratta di uno spazio dov’è stata ricavata anche un’area,  per gli eventi al cui interno sarà possibile realizzare, a titolo gratuito, presentazioni di libri e spettacoli teatrali. E servirà a rilanciare un mercato la cui offerta, negli anni, aveva subito un drastico ridimensionamento.

Le novità

Con il nuovo bando ci saranno box destinati a laboratori alimentari ed artigianali (12 in tutto); tre saranno finalizzati all'offerta di servizi vari ed è previsto anche un box destinato al riciclo ed al riuso. Ma soprattutto, come l'amministrazione ha dichiarato di voler fare anche a San Giovanni e negli altri mercati in fase di riqualificazione, ci sarà spazio per il consumo di cibo e bevande.  

La carta della somministrazione

“Pensiamo sia il caso di investire anche sulla somministrazione che, con il nuovo regolamento, può avvenire fino alle 23” ha chiarito l’assessore. E per quanto riguarda i costi? “Il listino tributi del Comune stabilisce che il canone di un box sia di 2000/2500 euro l’anno, a seconda della metratura”. Duecento euro al mese. Un investimento alla portata di chi, anche senza particolare esperienza, volesse tentare di cimentarsi nel settore.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laboratori artigianali e somministrazione: a bando decine di box nei mercati rionali

RomaToday è in caricamento