TuscolanoToday

Appio Claudio: altro che "strage dei pini", gli alberi erano a rischio crollo. Ecco la relazione agronomica

L'abbattimento di tutti i pini presenti sul viale ha suscitato molte proteste. Il Municipio VII rivendica l'operazione. Assessore Salvatore Vivace: "Erano pericolosi ed il possibile crollo esponeva la strada al rischio di chiusura"

Le ceppaie dei pini tagliati in viale Appio Claudio

E’ stata una “strage di pini”. Il web ha emesso la propria sentenza in merito al taglio degli alberi di viale Appio Claudio. A nessuno dei pini presenti sulla strada sono state risparmiate le lame della motosega. L’operazione è però stata rivendicata dal Municipio VII che, a supporto dell’iniziativa, ha presentato una relazione agronomica.

Il rischio di crolli

“Gli alberi di viale Appio Claudio, purtroppo, erano tutti compromessi. Erano pericolosi al punto tale che si sarebbe corso il rischio di dover chiudere la strada. E non mi riferisco solo alle auto, ma anche al passaggio dei pedoni” ha premesso Salvatore Vivace, l’assessore alla Mobilità ed ai Lavori pubblici del Municipio VII. 

Il viale sarà oggetto di una radicale trasformazione che comporterà l’arrivo anche di una nuova pista ciclabile. Ma non è per far posto alle biciclette che i pini sono stati tagliati. “In realtà abbiamo dovuto commissionare una relazione agronomica. Ci è stata richiesta delle sovrintendenze, perchè su una parte della strada sussistono dei vincoli” ha spiegato l’assessore municipale.

La relazione dell'agronomo

La relazione, firmata da un dottore agronomo dell’ordine provinciale, ha interessato tutto il tratto stradale compreso tra via Tuscolana e via Lemonia. La zona, vi si legge, “presenta pini oggettivamente pericolosi su un sito (la Via) la cui vulnerabilità è elevatissima, e sul quale il rischio di schianti e cedimenti improvvisi è molto alto” si legge nel documento rilasciato dall’agronomo forestale.

La decimazione degli esemplari durante il triennio 2017/2019 con sbrancamenti, schianti improvvisi e abbattimenti in emergenza portano a ritenere che il ciclo vitale dei pini nella tratta in oggetto è ormai giunta al limite massimo tra la pericolosità oggettiva e la presenza in situ” si legge sempre nella relazione. La conclusione dell’agronomo è lapidaria: “I pini sono da rimuovere e sostituire con la creazione di un nuovo doppio filare arboreo”.

La future alberature

La piantumazione è d’altronde prevista nel progetto che il Municipio VII ha previsto nell’ambito della riqualificazione di viale Appio Claudio. “Difronte alla pericolosità di quegli alberi, ad un’istituzione restavano due strade: chiudere la strada o tagliarli per lasciare spazio a nuove alberature. Ed è quello che faremo: il Servizio Giardini ci indicherà una rosa di alberi più adatti a quel contesto e noi - ha dichiarato l’assessore Vivace - la  sottoporremo al giudizio dei residenti”. L’agronomo che ha firmato la relazione, ha suggerito di evitare di mettere a dimora altri pini. 

Niente più pini in viale Appio Claudio

Sia perché “i tentativi effettuati nel corso degli anni di riproporre il Pino domestico nelle piantagioni a compensazione hanno tutti avuto un evidente insuccesso”. Ed anche, non meno importante, per ragioni fitosanitarie. “In pochissimo tempo i giovani esemplari subirebbero l’aggressione di T. parvicornis”. Un insetto alieno che sta facendo incetta di Pinus pinea, i pini romani. Prima di piantarne altri, bisognerà trovare il modo di contrastarlo in maniera realmente efficace. Nel frattempo, in viale Appio Claudio, potranno essere messi a dimora altri alberi. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento