Sabato, 24 Luglio 2021
Appio Claudio Don Bosco / Via dei Levii

Quadraro, c’è un murale dedicato a Don Sardelli: “Ora gli sia intitolata anche la piazza”

Vicino al Serd ed l Consultorio l'opera contribuisce a trasmettere il ricordo del parroco delle baracche

In via dei Levii, sulla parete che collega il nido “La Trottola” al consultorio, alle spalle del Serd, è stato realizzato un murale.

Il murale per Don Sardelli

L’opera, intitolata  “le margherite sono le nuvole del prato” è stata disegnata da David Diavù Vecchiato ed è frutto di una sinergia attivata dall Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros che ha visto collaborare il Municipio VII ed ovviamente lo street artist che lo ha realizzato.  Peraltro non in un luogo qualunque, perché il murale si trova in un’area che i cittadini hanno chiesto di intitolare a Don Sardelli. Ed è proprio a lui, al parroco delle baracche e della scuola 725, che è stato intitolato il murale.

L'esempio del parroco

“E’ stato un maestro di vita, di fede, di politica - ha ricordato Elena De Santis, assessore alla Cultura del Municipio VII - Don Sardelli, passato alla storia come il 'don Milani' di San Policarpo, ha improntato di una fortissima connotazione educativa la sua azione pastorale, per far emergere con crescente consapevolezza che i portatori di bisogni sono portatori di diritti”.

Dalle baracche ai malati di Aids

E’ stato a fianco delle famiglie che, arrivate nel secondo dopoguerra dal Mezzogiorno, avevano creato un insediamento nell’area dove oggi sorge il parco degli Acquedotti. Trasferitosi nelle baracche, dove centinaia di persone vivevano  in assenza dei più elementari servizi, aveva scommesso sull’educazione dei bambini, quale volano della loro futura integrazione. La sua attività si è poi concentrata nel sostenere le persone malate di Aids in un periodo in cui, l’Hiv, oltre che una malattia incurabile diventava un fattore di esclusione sociale.

L'auspicata intitolazione della piazza

L’inaugurazione, cui hanno preso parte anche i bambini del Quadracoro, è stata accompagnata da un desiderio. “Speriamo che preso quella piazza venga intitolata a Don Sardelli” ha auspicato Francesco Laddaga, neo candidato presidente del centrosinistra per il Municipio VII. Una speranza ampiamente condivisa nel territorio dove, il parroco, ha lasciato in maniera indelebile il segno del proprio passaggio.
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quadraro, c’è un murale dedicato a Don Sardelli: “Ora gli sia intitolata anche la piazza”

RomaToday è in caricamento