rotate-mobile
Appio Claudio Don Bosco / Via del Quadraro

Quadraro, lotta alla criminalità: al posto delle villette abusive arriva una targa commemorativa

Nel giorno in cui ricorre la morte del giudice Falcone, in via del Quadraro è stata apposta una targa. Lozzi (M5s): "Servirà a ricordare il nostro impegno nel ripristino della legalità e la presenza delle Istituzioni contro ogni forma di criminalità"

Il 23 maggio ricorre l'anniversario della morte di Giovanni Falcone, di sua moglie Francesca Morvillo e di tre agenti della scorta. La strage di Capaci, a distanza di 27 anni, viene ricordata insieme alle sue vittime, per ribadire l'importanza nella lotta contro la criminalità organizzata.

Anche il Municipio VII si è voluto unire nella giornata di commemorazione. Lo ha fatto apponendo una targa in via del Quadraro dove, lo scorso autunno, sono state abbattute otto villette abusive. "Costituirà una visibile testimonianza dell'opera di ripristino della legalità realizzata dal Municipio VII e - ha spiegato la Minisindaca Monica Lozzi - rappresenterà  un segno tangibile della presenza delle Istituzioni".

Il motivo per cui la targa è stata collocata in via del Quadraro, a ridosso dell'Acquedotto Felice, è impresso a chiare lettere: "In questo luogo la mattina del 20 novembre 2018 il Municipio VII con l'aiuto di oltre 500 agenti della polizia locale e decine di agenti della polizia di stato – si legge nella targa – avviava l'opera di sgombero e demolzione forosa di 8 ville abusivamente edificate da parte di soggetti riconducibili a famiglie criminali romane in spregio a qualsivoglia normativa archeologica, paesaggistica ed edilizia."

Via del Quadraro: al posto delle villette abusive una targa contro la criminalità

Sotto la targa, sono stati sistemati dei fiori. Dietro invece è stato srotolato uno striscione con una frase inequivocabile: "la mafia uccide, il silenzio pure". Accanto invece è stato sistemato un totem in cui sono state descritte le operazioni che hanno portato all'abbattimento dei manufatti abusivi.

"La forte presenza delle istituzioni sul territorio, il rispetto dei beni storico archeologici e paesaggistici, nonchè la lotta all'illegalità sono valori che il Municipio VII ed il Comune di Roma hanno fortemente voluto affermare" si legge sempre nella targa che, viene chiarito nel messaggio scritto, "viene apposta in omaggio a tutti coloro che hanno dedicato la propria vita alla lotta alla criminalità organizzata".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quadraro, lotta alla criminalità: al posto delle villette abusive arriva una targa commemorativa

RomaToday è in caricamento