TuscolanoToday

Via Tuscolana, addio new jersey: completate le due nuove rotatorie

Terminate le rotatorie all’altezza di Ponte Linari. Ass.Vivace: “Erano due incroci molto pericolosi. Abbiamo sperimentato per un anno questa soluzione e visto che sono diminuiti i sinistri l’abbiamo resa definitiva”

Migliora la sicurezza stradale nella periferia del Municipio VII. E’ stata ultimata la realizzazione delle rotatorie che si trovano tra Casal Morena e la via Tuscolana e nell’incrocio presente tra quest’ultima strada e via di Tor Vergata.

Attraversamenti sicuri

Nel tratto in questione, sono stati inseriti anche i marciapiedi. Un’operazione che permette, a chi abita sul lato di Ponte Linari, di poter raggiungere i servizi che sono presenti sull’altro lato della Tuscolana, scuole incluse. Finora infatti era impensabile, nonostante la breve distanza, accompagnare i propri figli a scuola senza ricorrere all’uso dell’auto. “Quegli incroci ci erano stati segnalati perché facevano registrate un alto numero d’incidenti - ha spiegato Salvatore Vivace l’assessore municipale ai Lavori pubblici – per questo abbiamo deciso d’intervenire”.

Rimossi i new jersey

In una prima fase in entrambe i lati della parallela di via Tuscolana, il Municipio aveva fatto sistemare delle rotatorie sperimentali. “Per una anno abbondante Polizia municipale ed ufficio tecnico hanno verificato il funzionamento di quella soluzione. I sinistri sono notevolmente diminuiti,per questo abbiamo deciso di progettare e mettere a bando una soluzione definitiva”. Via i new jersey di plastica quindi. Al loro posto sono arrivate due rotatorie.

Forma particolare e materiali scelti

“Le abbiamo realizzate con dei mattoncini in modo da renderle più gradevoli rispetto alla classica rotatoria in cemento o in asfalto. E questo perché vogliamo contribuire, nelle nostre possibilità, a rendere anche le periferie dei luoghi con arredi urbani gradevoli”. Una delle due rotatorie ha anche una forma allungata, quasi a goccia fanno notare alcuni residenti di Morena. Ma non è, in quel caso, per un vezzo estetico. “Ha una forma a fagiolo perché abbiamo dovuto prendere in considerazione il raggio di curvatura dei mezzi pubblici che lì transitano. Ma anche perché, con la forma rotonda, i veicoli in arrivo da via di Tor Vergata non avrebbero avuto un impedimento. Sarebbero andati dritti ed invece noi vogliamo che rallentino, quando arrivano all’incrocio”.

Ridurre la velocità

Nella zona si contano anche altri interventi finalizzati a migliorare la sicurezza stradale. Sono state realizzate, con quattro spartitraffico, apposite canalizzazioni, “per ridurre l’ampiezza d’una strada molto larga” . Inoltre è stato creato anche un accesso pedonale nel sottopassaggio. “Su richiesta di Stefano Rinaldi, il presidente della commissione Lavori pubblici del Municipio, il Dipartimento Simu sta anche progettando d’illuminare il sottopasso”. Un modo per garantire la possibilità ai genitori di andare a prendere i figli a scuole anche in inverno, quando le giornate si accorciano. Un’accortezza utile a limitare, anche nei mesi più rigidi, il ricorso al mezzo privato. A condizione che anche il meteo faccia la propria parte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento