rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Anagnina Anagnina / Via Torre di Mezzavia

Le corse clandestine di Anagnina ora spaventano anche gli appassionati di tuning

Le auto modificate usano la zona intorno ad Ikea non solo per esibire gli impianti stereo modificati ma anche per fare delle corse in un circuito improvvisato

Sgommate, accelerazioni,  un sottofondo musicale pompato dalle casse degli impianti stereo modificati. Gli auto raduni in via Tor di Mezzavia, nella zona di Ikea, non si fermano.  Ma oltre a quello dei residenti, comincia ad emergere un malumore anche tra gli appassionati storici di tuning.

Bloccare le corse clandestine

“Io sono malato per la velocità, ma correre per strada è una cosa da pazzi” si legge, ad esempio, tra i commenti del gruppo “Roma tuning”. Non è però il solo a puntare l’indice contro quanto succede. Nello stesso gruppo c’è chi chiede, agli altri appassionati di tuning, di “bloccare le corse clandestine”. Perché la zona antistante i fast food, il mercoledì ed il venerdì sera, si trasforma in un circuito improvvisato.

Anche chi ha ripreso  e postato sul gruppo facebook “Roma Tuning” le immagini dell’ultimo raduno, non riesce a nascondere un po’ di preoccupazione. “Così è pericolossissimo” si sente commentare la sgommata fatta a pochi centimetri dalle persone che, sul marciapiede, assistono alle esibizioni di queste auto modificate.

Un fenomeno pericoloso

“Uno dei punti più pericolosi è davanti al Mc Donald’s – ha testimoniato Falcetti – tra l’altro è proprio dove si era verificato l’incidente della scorsa estate”. Ad agosto del 2021 tre ragazze sono infatti rimaste investite durante una di queste performance. In quel caso a colpire le giovani, che sono state soccorse e portate al policlinico di Tor Vergata, fu una Bmw. Ma le auto con assetto modificato che circolano nel piazzale antistante il centro commerciale, lato Tuscolana, sono di ogni genere. Ce ne sono alcune anche con motore elettrico.

La vecchia guardia

Il fenomeno non è quindi stato debellato. Ma nel frattempo si assiste ad una frattura tra la vecchia e la nuova guardia. Era già emersa dopo l’incidente che ad una delle malcapitate aveva comportato la rottura del bacino. Si erano divisi, gli appassionati che un tempo si vedevano al Pincio e poi all’Obelisco dell’Eur, da quanti negli ultimi anni si sono dati appuntamento a due passi dal centro commerciale Ikea. 

I primi, com’era già emerso in passato,  ricordano con nostalgia i tempi in cui, partecipare ai raduni, significava farsi un gir tra le macchine parcheggiate, con gli impianti stereo e gli assetti modificati. Niente a che vedere, quindi, con le corse in un piccolo circuito improvvisato dove i dossi artificiali “sono usati come punti di partenza e di arrivo nella gare clandestine” ha dichiarato Falcetti.

La proposta di un appassionato

“Ma se invece di correre a ikea Organizzassimo un torneo random a eliminazione di gare d'accelerazione legale? Affittiamo uno spazio per correre in regola, come la vedete? ” prova a suggerire Danilo, sul gruppo facebook “Roma Tuning” . La proposta, almeno sulla pagina social dedicata al Roma Tuning, ha ricevuto decine di like. Ma anche il commento amaraggiato di chi, come Fabio, ha sottolineato che “fintanto c’è la folla a bordo strada in attesa dello schianto, ci saranno sempre i piloti del venerdì sera”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le corse clandestine di Anagnina ora spaventano anche gli appassionati di tuning

RomaToday è in caricamento