rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Anagnina Anagnina / Via Ruggero Jacobbi

Tor di Mezzavia: i cittadini chiedono di liberare l'area comunale occupata dai cavalli

Il Consiglio Municipale ha proposto all'unanimità di "porre fine all'indebita occupazione" dell'area verde di via Jacobbi. Da anni è utilizzata per ospitare alcuni cavalli, già sgomberati nel 2009. Si punta ad affidare l'area ai cittadini

In via Roberto Jacobbi, zona Tor di Mezzavia, da anni pascolano alcuni cavalli. Il quartiere, un tempo inserito in un contesto rurale, nelle ultime due decadi ha subito una forte urbanizzazione. Con il progressivo realizzarsi del piano di zona, sono arrivati alcuni servizi mentre altri, come la scuola primaria, non sono stati ancora costruiti. Tra le opere portate a compimento c'è però un asilo nido, caratterizzato da una modernissima struttura architettonica. La permanenza degli equini, nell'area verde di proprietà comunale situata proprio accanto all'asilo, ha cominciato a stridere con il contesto. E più volte si è richiesto di mettervi mano.

LA RESTITUZIONE DELL'AREA - Nel corso dei tavoli sull'ordine e la sicurezza, cittadini e comitati hanno palesato il problema al Prefetto Gabrielli. Al titolare di palazzo Valentini è stato chiesto di liberare l'area, peraltro recintata. Le istanze dei residenti sono state ascoltate, senza che però si arrivasse a prendere alcun provvedimento. Il tema è rimasto d'attualità ed alcuni consiglieri municipali, dopo il passaggio in Commissione Ambiente, hanno deciso di portarlo in votazione. Dopo un'ora di dibattito, il Parlamentino di piazza Cinecittà ha quindi deciso di accogliere all'unanimità la proposta di "rimuovere gli abusi e di restitituire all'utilizzo pubblico il terreno comunale" in questione.

UNA PRESENZA COSTANTE - La presenza di questi cavalli è un fatto noto nel territorio. "Nel 2009 l'area era già stata sgomberata – ha ricordato in Aula il Consigliere Tutino – ma poi è tornata ad essere illegalmente utilizzata. Invece bisogna salvaguardare la proprietà del Comune". Tanto dai banchi dell'opposizione come da quelli della maggioranza, si è avanzata l'ipotesi di assegnarlo al Comitato di Quartiere oppure a qualche associazione del territorio. Da registrare il coro di critiche levatesi nei confronti del Prefetto Gabrielli, per non esser intervenuto in merito alla vicenda. Dal Capogruppo di Forza Italia a quello del Movimento Cinque Stelle, il giudizio è stato impietoso: "Il Prefetto è venuto due volte e non ha risolto alcun problema". 

UNA DIFFICILE CONVIVENZA - Da segnalare anche l'episodio, riportato tanto dal Consigliere Matronola quanto dal Presidente del Consorzio Giardini Tor di Mezzavia, che avrebbe visto come protagonista uno dei cavalli presenti. Secondo il racconto fatto dai due, l'animale avrebbe addirittura morso una bambina, rea di esserglisi avvicinata. Di certo è invece il fatto che, in diverse occasioni, i cavalli sono stati sorpresi a girovagare per il quartiere. Con tutte le conseguenze intuibili tanto a livello igienico, quanto sul piano della mobilità. In definitiva la convivenza dei residenti con questi equini sembra sia divenuta problematica. Motivo per il quale adesso il Consiglio ha demandato alla Presidente Fantino il compito di prendere provvedimenti. Il Minisindaco dovrà pertanto chiedere al Commissario Tronca di "porre fine all'indebita occupazione del terreno"affinchè "sia ricondotto alla sua destinazione pubblica".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor di Mezzavia: i cittadini chiedono di liberare l'area comunale occupata dai cavalli

RomaToday è in caricamento