TuscolanoToday

Sette chilometri in due anni: il record delle nuove ciclabili è del VII Municipio

L'amministrazione municipale punta a lasciare in eredità 31 km di ciclabili. Ecco quali sono le piste completate, quelle risistemate e le ciclabili già finanziate

La ciclabile di via Raimondo Scintu.

Il Campidoglio rivendica la realizzazione di 40 km di piste ciclabili. Un risultato sbandierato per contestare la maglia nera che, il dossier di Legambiente sulla ciclabilità, aveva assegnato al comune capitolino.

Nel computo dell’amministrazione cittadina, se si decurtano i 15 chilometri di ciclabili transitorie  (il 10 % del piano che era stato annunciato a marzo 2020) restano 25 km di piste vere e proprie. In due anni. Un risultato non trascendentale. Anche perchè, la maggior parte di quei percorsi, sono stati realizzati in un solo municipio.

Le nuove ciclabili del Municipio VII

“Ad oggi noi abbiamo completato, ex novo, 7,4 km di piste ciclabili” ha spiegato Salvatore Vivace l’assessore alla Mobilità ed ai lavori Pubblici del Municipio VII. Si trovano quasi tutte nel quadrante della Romanina e si sviluppano su strade come viale Luigi Schiavonetti, via Bernardino Alimena, via Emanuele Carnevale. Ma anche a Cinecittà Est, su via Quinto Publicio ed in via Raimondo Scintu.

Alle piste ciclabili già concluse, si devono sommare quelle i cui cantieri sono già stati avviati. E’ il caso di viale Appio Claudio e del Quadraro che, sommate, mettono a disposizione dei ciclisti altri due chilometri. Poi ci sono le piste che sono state rifatte e che oggi presentano la classica pigmentazione gialla che, per evidenziare una condizione di potenziale pericolo, negli atttraversamenti diventa rossa.

Le ciclabili rifatte

Ai chilometri già realizzati o con i cantieri già partiti, vanno aggiunti quelli delle ciclabili risistemate. “In realtà le abbiamo rifatte completamente, su percorsi già esistenti. Mi riferisco ad esempio a via Lemonia, a viale Giulio Agricola, a via Petrocelli, via Procaccini, via Oberto e via Nobiliore. E laddove era necessario - ha spiegato l'assessore Vivace - abbiamo provveduto a raccordarle con i tratti mancanti”. Com’è accaduto nel caso di via Nobiliore, per cui è stato previsto un collegamento con viale Palmiro Togliatti.

La ciclabile sulla Tuscolana

Le piste ricostruite, partendo quindi dai percorsi già esistenti, valgono altri sei chilometri. E sono ultimate. Ma prospettiva l’amministrazione ha in serbo di avviare anche altri cantieri. “Tutte le piste descritte sono state realizzate con fondi presi dal bilancio municipale - ha spiegato Vivace - in primavera poi partono altri 5,4 km per proseguire la ciclabile Tuscolana in direzione”. In questo caso il primo tratto, da Subaugusta al Quadraro, è stata realizzata con i fondi del comune. Il percorso successivo invece è stato fatto, sempre dall'amministrazione capitolina, in modalità provvisoria. Dovrà rimetterci mano il Municipio per trasformare quella bike lane in una vera a propria ciclabile.  

L'ultima ciclabile in programma

C’è un ultimo intervento che l’amministrazione municipale vorrebbe realizzare. E riguarda la cosiddetta ciclabile delle periferie. “L’intervento principale in quel caso sarà caratterizzato dal ponte che permetterà di scavallare il Raccordo Anulare -ha spiegato Vivace - in tutto la pista sarà lunga 11 km ed il nostro obiettivo è di far partire il cantiere entro la fine del mandato”. A quel punto i percorsi realizzati, con fondi municipali, saranno trentuno. Un record.

L'investimento sulla mobilità sostenibile

Ma c'è un altro primato di cui il Municipio VII può fregiarsi. “La mobilità alternativa era uno dei punti fondamentali del nostro programma e per questo abbiamo destinato 3 milioni di euro alla creazione di infrastrutture che fossero, appunto, alternative all'uso dell'auto e che abbiamo anche provveduto a progettare noi - ha ricordato la presidente del Municipio VII Monica Lozzi - a queste risorse abbiamo aggiunto altri 3 milioni di euro che serviranno per attraversare con un ponte il Raccordo Anulare, per consentire anche ai quartieri più periferici, come Vermicino, Centroni e Morena, di poter raggiungere le fermate metropolitane ed altri collegamenti ciclabili”. Sei milioni di euro sono stati quindi stati investiti per potenziare il sistema di piste ciclabili nel municipio VII. Un'eredità importante per il territorio più popoloso di Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento