TuscolanoToday

Piano di zona Tor Vergata, giovedì sfratto per 8 famiglie: appello ai candidati Sindaco

Alcune famiglie del Piano di Zona Tor Vergata, giovedì 28, rischiano lo sfatto. Per questo hanno scritto ai candidati Sindaco: "Venite a vedere, questi erano appartamenti acquistati in edilizia popolare, ma il comune non ha mai vigilato"

Via Marcello Gallian: foto di Google Maps

Si preannuncia una mattinata calda a Tor Vergata. Giovedì 28 è infatti previsto un nuovo accesso dell’ufficiale giudiziario. Ed è atteso anche l’intervento della Forza Pubblica. Motivo per cui otto famiglie di via Gallian, vedendo concretizzarsi il rischio di uno sfratto, hanno scritto una lettera agli attuali candidati Sindaco.

LA VICENDA- La loro presenza è chiesta "per far toccare con mano" la situazione che otto "famiglie con prole stanno vivendo da oltre un anno a Roma, nel Piano di zona Tor Vergata".  Com'è stato ricordato nella lettera "i cittadini che abitano nelle periferie hanno acquistato queste case in edilizia economica e popolare, sperando in un prezzo calmierato rispetto a quello commerciale, ma così non è stato".  Il risultato è che "Oggi le cifre richieste da parte della cooperativa hanno superato i 200mila euro, oltre i 100mila già versati  perché  - spiega il Comitato PdZ Tor Vergata - siamo stati esclusi e dichiarati dalla cooperativa morosi".

L'APPELLO - La definizione di "occupanti senza titolo"  va però stretta a queste famiglie, dal momento che "per molti è stato versato il totale del costo degli immobili inserito nell’atto di assegnazione". Come il Comitato ha spiegato "per essersi rifiutati di firmare un falso in atto pubblico ed essere quindi complici di questa illegalità, oggi queste famiglie stanno fronteggiando ingiustamente da oltre un anno, la procedura di sfratto esecutivo – si legge sempre nella stessa lettera del Comitato PdZ Tor Vergata -  Oramai tutti sanno tutto, il Comune di Roma e la Regione Lazio in 17 anni non hanno mai vigilato sull’applicazione del prezzo massimo di cessione, nonostante avessimo più volte denunciato anche a mezzo giudiziario queste violazioni". L’appello si conclude con l’invito  a "venir a conoscere di persona e a rendere pubblico tramite la stampa e le emittenti tv anche questa realtà sociale che coinvolge – relativamente agli immobili acquistati con i Piani di Zona - 40.000 famiglie solo nella città di Roma".

I PRECEDENTI - Quello di giovedì 28 aprile non è il primo tentativo di sfratto ai danni delle famiglie di Tor Vergata.  "A gennaio scorso, per eseguire lo sfratto di uno degli inquilini di via Gallian 20 – ricorda ASIA USB in una nota  l’Ufficiale Giudiziario si era presentato con i blindati delle forze di polizia. Per procedere all’esecuzione forzosa erano stati staccati,senza preavviso, acqua e gas all’intero caseggiato.  Su questi gravi casi di illegalità diffusa la magistratura continua ad aprire fascicoli, la Guardia di Finanza va avanti con il sequestro di documentazione e, nonostante tutto ciò, il Comune di Roma non ha applicato le sanzioni a carico dei costruttori beneficiari dei contributi, causando alle finanze della capitale un danno erariale di alcuni miliardi di euro" sottolinea ASIA USB che conclude la nota invitando "il Prefetto di Roma a non concedere la forza pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento