Altre Zone Tor Vergata / Via di Tor Vergata

Nuova Tor Vergata: “Siamo ancora costretti a seguire la Messa in un container”

Il rallentamento dell'iter per la realizzazione della nuova parrocchia del quartiere, preoccupa i residenti. Il CdQ scrive al Vescovo "Ci facciamo portavoce di fedeli costretti ad assistere alla Messa dentro un container"

La parrocchia nel quartiere Nuova Tor Vergata, sta diventando una chimera. Da molti anni i fedeli attendono di vederla costruire.  Nel frattempo il quartiere si è sviluppato ed ha raggiunto la soglia dei novemila residenti. Ma la nuova chiesa, non è stata realizzata. Ne è derivata un po’ di preoccupazione, adeguatamente rappresentata dal Comitato di Quartiere che, presa carta e penna, ha scritto al Vescovo di Frascati.

L'ATTIVITA' DELL'ORATORIO - Finora la Comunità è riuscita a portare “nell’attuale Parrocchia, nonostante le condizioni ambientali centinaia di bambini e ragazzi grazie all’oratorio, alle attività di Catechismo e di dopo Cresima” premette  Alessandro Egizi, Presidente del CdQ. L’abnegazione dei residenti ha comunque un limite, dal momento che alcuni fedeli hanno preferito “migrare perché preferiscono parrocchie confinanti, certamente più ospitali”. E d’altra parte va considerato “lo sconcerto, lo  sconforto e la profonda irritazione nell’apprendere i nuovi scogli tecnico amministrativo che hanno rallentato l’iter per l’inizio dei lavori” della nuova chiesa.

LE ISTANZE DEI FEDELI - Il quadro potrebbe sommariamente esser compreso, operando una dicotomia. Da una parte ci sarebbe“la Diocesi che  non riesce a decidersi sulla forma architettonica, sugli arredi interni, sulle dimensioni della casa canonica, sui mosaici le vetrate…”. Dall’altra vi sono dei fedeli che “a tutt’oggi sono costretti ad assistere alla Messa all’interno di un container, poco accogliente, poco gratificante e senza servizi”.  Un quadro piuttosto nitido, a ben vedere. Fatte dunque queste premesse,  e  poiché i fedeli sono “turbati anche dalle voci di un possibile trasferimento del Parroco”, il CdQ si è spinto  a chiedere al Vescovo  di Frascati “un Suo impulso per sbloccare i nuovi impedimenti” invitandolo, contestualmente “ad un incontro” utile a rispondere alle domande sollevate dai residenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Tor Vergata: “Siamo ancora costretti a seguire la Messa in un container”

RomaToday è in caricamento