menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La parete usata per il free climbing a Ciampino

La parete usata per il free climbing a Ciampino

Ciampino, l’ex cava è chiusa. Niente falesia per i free climber: “Va riaperta, ci andiamo da 30 anni”

Proteste per la parete di Ciampino, ora inaccessibile. Umberto Silvestri (Free climber): “Lì è cresciuto il movimento romano”

C’è una parete, nell’ex cava di Ciampino, che è molto ambita. E’ una falesia che da anni i free climber romani utilizzano per praticare il loro sport. 

La falesia chiusa

Da qualche settimana la falesia, situata nel parco dell’Appia Antica ma di proprietà privata, è diventata inaccessibile. Lavori in corso ne impediscono l’accesso. Niente arrampicata libera, quindi. Un problema per i tanti cultori della disciplina sportiva che, proprio su quella parete, sono abituati ad incontrarsi.

Una palestra a cielo aperto

“Tra via di Fioranello di via Appia Antica, c’è una rete alta 2 metri - racconta Umberto Silvestri, appassionato free climber - e pertanto non possiamo più accedervi. Ma è lì che è cresciuto il movimento romano. Per noi quella è una palestra all’aperto, ancor più importante ora, per chi vuole fare sport ed è impossibilitato a farlo al chiuso”.

L’ex cava di sampietrino ha un valore quindi simbolico per una disciplina sportiva che, insieme al karate, allo skateboard, al baseball/softball, ed al surfing, rappresenta una delle cinque novità nel programma dello prossime olimpiadi di Tokyo. 

Le proteste dei free climber

“In Giappone aspiriamo a salire sul podio. E se ci riusciremo sarà solo per merito di quei ragazzi e quelle ragazze che si allenano sulle rocce sparse nel nostro territorio, come appunto in oltre 30 anni è avvenuto nella falesia di Ciampino - ha dichiarato Silvestri -  per questo Chiederemo l’intervento del Comune e del parco dell’Appia Antica”.

Free climbing ex cava di Ciampino-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento