Torre Maura Torre Maura / Via delle Cincie

Torre Maura: impianti rotti nelle case del Comune, 360 famiglie al gelo

Da via delle Cincie a piazza delle Paradisee, centinaia di famiglie vivono al gelo in attesa della riparazione della caldaia

Caldaia guasta, piazzale Paradisee - Foto Inquilini Isveur

I termosifoni sono spenti o, se accesi, a temperature bassissime da risultare inutili. Siamo a Torre Maura, nel comprensorio delle case popolari collocate tra piazzale delle Paradisee, via delle Alzavole e via delle Cince: in questi appartamenti 360 famiglie vivono giorni di gelo perché un guasto alla caldaia ha reso impossibile il corretto funzionamento degli impianti che in alcuni casi non sono mai stati accesi.

Riscaldamenti spenti o temperature molto basse. Gli inquilini: "Siamo disperati"

“I riscaldamenti sono stati accesi solo il primo giorno, il 17 novembre e per sole due ore - ha raccontato una inquilina al nostro giornale che ha continuato - Sono invalida, queste temperature così mi basse mi stanno mettendo in ginocchio, non so più che fare”. La disperazione è tanta tra gli appartamenti delle palazzine popolari di Torre Maura: “Continuo a chiamare il numero dell’assistenza di Antas (ditta incaricata della manutenzione ndr) ma senza alcun successo” ha aggiunto un’altra inquilina. Tra loro è partita anche una “staffetta” per monitorare l’arrivo dei tecnici: “Ci hanno detto che sarebbero venuti martedì a riparare la caldaia, siamo andati a controllare quattro volte ma non abbiamo visto nessuno”. E alla disperazione si aggiunge la rabbia: “Paghiamo i riscaldamenti tutti i mesi, non è possibile essere trattati in questa maniera”. 

I continui solleciti per ripristinare il corretto funzionamento

In prima linea per la difesa delle famiglie di via delle Cince, via delle Alzavole e piazza delle Paradisee, Angela Barone, presidente del comitato Inquilini Isveur: “Stiamo sollecitando di continuo gli interventi, anche direttamente all’assessorato di competenza e al dipartimento – ha aggiunto - Il comune solo a metà novembre ha convalidato il mandato per la manutenzione”. A scrivere al Dipartimento perché provveda alla sistemazione delle caldaie quanto prima, considerato soprattutto l’ulteriore abbassamento delle temperature, anche Dario Nanni, consigliere municipale del VI che ha sollecitato interventi immediati: “E’ da irresponsabili tenere i termosifoni spenti con questo freddo”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Maura: impianti rotti nelle case del Comune, 360 famiglie al gelo

RomaToday è in caricamento