Torre Maura Torre Spaccata / Viale dei Romanisti

Torre Spaccata, un sogno che si avvera: il passaggio del quartiere al VII municipio arriva in Campidoglio

La delibera dovrà essere votata in aula comunale e ottenere una maggioranza qualificata di 25 voti a favore

Torre Spaccata - Foto d'archivio

Dopo i pareri favorevoli dei due municipi, il caso “distaccamento di Torre Spaccata” è tornato in Campidoglio, in commissione Statuto. Il prossimo step sarà il voto in aula della delibera. "Dovrà avere la maggioranza qualificata dei voti (25)” ha detto al nostro giornale Angelo Sturni, presidente della commissione statuto e innovazione tecnologica di Roma Capitale.

Il desiderio degli abitanti di Torre Spaccata di staccarsi dal municipio VI (che da sempre denunciano come assente e sordo alle loro richieste) per essere annessi al municipio VII diventa sempre più concreto. L’idea, nata dal comitato di quartiere durante lo scorso anno, suonava più come una provocazione ma poi si è diffusa tra le strade di Torre Spaccata fino a raggiungere numerosi altri cittadini e raccogliere ulteriori firme, necessarie alla presentazione della richiesta. Una richiesta che, ricordiamo, è stata già approvata dalla parte politica di entrambi i municipi coinvolti e che sta attendendo gli ultimi pareri degli uffici tecnici. 

Lo scorso 4 giugno, in commissione statuto all’ordine del giorno anche la "disamina e la modifica alla deliberazione dell’11 marzo per la delimitazione territoriale del municipio VI e VII". "È importante ricordare – ha aggiunto Sturni – che l’efficacia della proposta entra in vigore solo con le nuove elezioni e che sarà anticipata da una fase transitoria".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Spaccata, un sogno che si avvera: il passaggio del quartiere al VII municipio arriva in Campidoglio

RomaToday è in caricamento