TorriToday

Via di Torre Spaccata: sgomberato insediamento abusivo

Sgomberata la baraccopoli di via di Torre Spaccata, gli insediamenti al VI Municipio passano da 25 a 22

Foto FB Fulvio Romanelli assessore Municipio VI

Un nuovo sgombero nella mattina dì martedì in via di Torre Spaccata nell’omonimo quartiere del Municipio Roma VI. Intorno alle ore 8.30 una squadra di caschi bianchi della polizia locale di Roma Capitale del VI gruppo Torri ha coadiuvato le operazioni di demolizione di baracche costruite all’interno di un terreno a ridosso della via. L’insediamento era sorto su un’area di proprietà privata, appartenente ad una società con sede a Milano. A rivendicare le operazioni di “smantellamento”, a costo zero per il Municipio perché a carico della proprietà, il Movimento Cinque Stelle di viale Cambellotti: sul posto erano presenti il minisindaco Romanella e l’assessore alla legalità Romanelli. 

A margine delle operazioni abbiamo raggiunto il delegato alla legalità Fulvio Romanelli che ha spiegato: “Stamattina erano presenti al momento dello sgombero circa 10 persone che sono state identificate, contrariamente alle segnalazioni giunte fino ad ora che indicavano questo terreno come abitato da centinaia di persone”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulle modalità che verranno adottate in riferimento agli sgomberi futuri ha specificato: “Il programma di sgomberi fatti su terreni di proprietà privata sarà realizzato in questa maniera, ovvero a costo zero per il Municipio – ha aggiunto – con lo sgombero di oggi passano da 25 a 22 gli insediamenti spontanei sul nostro territorio”. Le altre due baraccopoli già demolite sono a Valle della Morte, nei pressi di via Degas e nella “fossa dell’Augustea” sempre a Torre Spaccata. Romanelli si è detto certo che in questo terreno nessuna nuova baraccopoli può costituirsi perché: “Un campo nomadi spontaneo è potenzialmente una discarica a cielo aperto e la proprietà ha un forte interesse affinché questo non avvenga”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento