TorriToday

Torre Maura, dopo la protesta convocato il tavolo tecnico in Municipio: “Soluzioni entro 10 giorni”

Una delegazione di inquilini è stata ricevuta al Municipio VI dal presidente Romanella e dall'assessore Nicastro

La lotta paga sempre. Lo sanno bene i cittadini di Torre Maura che nel pomeriggio di martedì si sono riversati in strada per protestare contro i guasti agli impianti di riscaldamento. Un disagio che gli inquilini delle case popolari del Comune stanno vivendo da settimane. Già perché se in alcuni casi i termosifoni sono a temperature bassissime, in altri casi non sono mai stati accesi e dopo centinaia di segnalazioni hanno deciso di manifestare rabbia e dissenso. IL VIDEO DELLA PROTESTA

Dopo le proteste, la convocazione del tavolo tecnico in Municipio

Alcune decine di abitanti delle palazzine situate tra via delle Cincie, piazzale delle Paradisee e limitrofe, nel primo pomeriggio di martedì si sono dati appuntamento sotto casa e per alcuni minuti hanno bloccato il passaggio delle auto su via Valter Tobagi. Sul posto sono giunti gli uomini del commissariato Casilino a protesta iniziata per chiedere ai manifestanti, non autorizzati, a rivedere le loro scelte. “Durante quei minuti – ha raccontato Angela Barone, presidente del Comitato Inquilini Isveur al nostro giornale – Siamo stati contattati dal Municipio che ha accettato l’avvio di un tavolo tecnico e ci siamo recati a Tor Bella Monaca”. Ad attendere gli inquilini il presidente del sesto Roberto Romanella e l’assessore ai lavori pubblici Sergio Nicastro. “Siamo andati in cinque, ognuno delegato di una palazzina e abbiamo spiegato le difficoltà di tutti gli inquilini a vivere al freddo nelle proprie case” ha aggiunto Barone. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le soluzioni proposte dall'assessora Meleo

Durante lo svolgimento del tavolo tecnico, dal Municipio è stata chiamata l’assessora comunale Linda Meleo che ha garantito il ripristino del funzionamento con la dovuta sostituzione di bruciatori e pezzi mancanti entro dieci giorni. Tra le istituzioni e i cittadini si è raggiunto quindi un accordo: quello di pazientare al gelo per un massimo di dieci giorni ancora. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

  • Centro commerciale Maximo, salta l'inaugurazione: le insegne sono coperte e sull'apertura cala il silenzio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento