Torre Maura Torre Maura / Via dell'Usignolo

"No alla soppressione del capolinea da Torre Maura": il PD protesta in piazza

E dal Municipio arriva la replica: "Nessun taglio, la zona è servita da altra linea"

“No alla soppressione del capolinea 556 da Torre Maura”. È questo il grido di protesta del sit-in organizzato dal Partito Democratico che si è svolto nella mattina di mercoledì a Torre Maura, nel Municipio Roma VI delle Torri. Pomo della discordia tra i dem e la giunta pentastellata: il trasferimento del capolinea della linea 556 da Torre Maura ad aAgnina, così come previsto dal piano di riassetto del trasporto pubblico locale. Con il PD, in strada anche i residenti del quartiere. 

PD: “Denunciamo lo scempio della giunta Raggi”

“Continuano i disastri dell'amministrazione Raggi a Roma e nei municipi – ha commentato a margine del sit-in Mariano Angelucci, vice segretario del PD Roma - Non contenti delle centinaia di problemi che non riescono a risolvere, ora hanno avuto la bella idea di riorganizzare le linee del trasporto con tagli lineari nelle periferie”. E sulla protesta messa in campo ha puntualizzato: “Siamo scesi in piazza per denunciare questo scempio, tantissimi i cittadini, le associazioni e i comitati stanchi di un’amministrazione imbarazzante. Ora basta” ha concluso. 

Dal Municipio: “Progetto ampio dell’intera rete”

Sul riassetto del trasporto pubblico locale è intervenuta Katia Ziantoni, assessora all’ambiente del Municipio VI che ha puntualizzato: “La revisione della linea 556 fa parte di un progetto più ampio di razionalizzazione della rete TPL che coinvolge 21 linee del versante sud orientale di Roma”. Ha aggiunto: “Un lavoro complesso basato su studi di produzione, monitoraggi del territorio e diverse revisioni intervenute, a partire dal 2016, con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità verso le stazioni metro, riordinare le sovrapposizioni gomma-ferro e rimodulare la rete secondo i principi di mobilità sostenibile e integrata”.  

Il M5s: “Strumentali le questioni sollevate dal PD”

“Entrando nel dettaglio del Municipio VI, la linea 556 prevede un prolungamento del tracciato su Viale Torre Maura - Viale Ciamarra, servendo anche il Policlinico Casilino, con attestazione del capolinea di Anagnina e un collegamento diretto con la linea della metro A” ha spiegato Ziantoni.  “Il tratto abbandonato di Via Usignolo - Via Tobagi viene invece servito dalla modifica della linea 313 con capolinea a Torre Maura – ha concluso la delegata alla mobilità della giunta Romanella - Non si tratta, pertanto di tagli ma di rimodulazioni per migliorare appunto la connessione gomma-ferro. Le questioni sollevate dal PD appaiono puramente strumentali o, per lo meno incomplete.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No alla soppressione del capolinea da Torre Maura": il PD protesta in piazza

RomaToday è in caricamento