rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Torre Maura

La guerra in Ucraina non è finita, Ruslana dipinge quadri per aiutare i suoi connazionali

Ha deciso di mettere la sua passione a servizio della comunità e dare supportare a famiglie e bambini

“Ho deciso di mettere la mia passione per la pittura al servizio della comunità. La guerra non è finita, c’è ancora tanto bisogno di aiuto”. A parlare con noi è Rslana Tkach, una donna di origini ucraini che dal 1998 vive in Italia, a Roma. Già nei mesi scorsi ha promosso azioni di sostegno per la popolazione martoriata dal conflitto russo-ucraino: oggi dipinge quadri e devolve il ricavato in beneficenza. 

La solidarietà degli ucraini a Roma

Abbiamo conosciuto Ruslana a marzo dell’anno scorso. Lei, insieme a decine di ucraini che vivono a Roma, fin dallo scoppio della guerra, ha iniziato a fare attività di volontariato presso la chiesa di Santa Sofia, raccogliendo indumenti, medicine, cibo. “Noi ucraini siamo come le api, lavoriamo tanto e siamo uniti, conservando quanto abbiamo costruito. Non dobbiamo perdere la speranza anche se questa guerra ingiusta ci sta dando tanto dolore e ci sta portando tante lacrime. Dobbiamo essere forti. Gloria all’Ucraina, gloria agli eroi” aveva detto al nostro giornale un anno fa. 

I quadri di Ruslana in beneficenza

A distanza di tempo, il sentimento di solidarietà è diventato sempre più forte e Ruslana è ancora impegnata in prima persona per supportare le famiglie ucraine. “Ho deciso di mettere la mia passione al servizio della collettività – ha detto – dipingo quadri che vengono venduti (presso l’Asino che vola ndr) e il ricavato viene dato in beneficenze”. I fondi che partono da Roma per raggiungere Leopoli sono destinati alle famiglie che hanno perso casa e lavoro a seguito del conflitto, ai bambini, ai soldati ricoverati negli ospedali della città. “La nostra azione – ha concluso – va avanti insieme a tutti i volontari della chiesa Santa Sofia di Roma e Santa Monica di Ostia”. Le opere di Ruslana sono realizzate in tre dimensioni, grazie all’utilizzo della colla calda e della vernice color oro. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La guerra in Ucraina non è finita, Ruslana dipinge quadri per aiutare i suoi connazionali

RomaToday è in caricamento