Torre Maura Centocelle / Viale Palmiro Togliatti

Roghi tossici a Salone e Torrespaccata, la Commissione parlamentare: "E' un girone dantesco"

Centrosinistra, Centrodestra e M5s insieme in sopralluogo nella periferia sud est. Il Pd: "Verificare la presenza delle condizioni necessarie per accedere ai fondi stanziati nel decreto sulla terra dei fuochi"

“Evidentemente le malebolge descritte da Dante nell’Inferno non erano solo un’invenzione letteraria, c’è la realtà che ci ricorda che queste situazioni possono esistere”. Questo il commento di Roberto Morassut, vice presidente della commissione parlamentare di inchiesta sulle periferie, a margine del sopralluogo effettuato nella “fossa” di Torre Spaccata. Qui lo scenario sembra apocalittico: nessuna vegetazione, terreni arsi, lamiere e indumenti che raccontano anche una traccia umana. E la traccia è quella di chi non è andato via dopo il disastroso incendio avvenuto nel pomeriggio di sabato 8 luglio.

Incendio a Torrespaccata

Le fiamme divamparono dai terreni adiacenti il centro sportivo Augustea per poi arrivare fino alla fossa e superarla. Un pomeriggio difficile che ha visto la fuga dei baraccati, oltre 50 persone, e i residenti impegnati nelle operazioni di spegnimento. Il terreno però qui ha continuato a fumare per giorni e sono stati proprio i residenti a chiedere l’interessamento dell’Arpa. Il degrado e le condizioni della fossa, oltre che la presenza del fenomeno roghi tossici di giorno e di notte, è stato più volte sollevato dai residenti attraverso proteste e manifestazioni ma qui fino ad ora non è cambiato nulla.

Forze politiche insieme nel sopralluogo

Su questa fossa, sulla bonifica del terreno e sullo sgombero dell’insediamento abusivo hanno aleggiato solo promesse da parte delle amministrazioni municipali e comunali, infatti oggi è toccato al Parlamento scendere in campo. Di recente Pamela Strippoli, consigliera municipale in quota FdI, ha preparato un esposto che è stato firmato da oltre 300 persone che presenterà in procura contro i roghi tossici. Oggi però qui a Torre Spaccata, durante il sopralluogo, sono stati tutti presenti: centrosinistra, centrodestra e movimento cinque stelle. “Redigeremo un rapporto alla fine dell’anno sulle condizioni che abbiamo trovato nelle periferie, non tanto per descriverle ma per trovare delle soluzioni e portare il tema della periferia al centro dell’agenda politica italiana”, ha concluso Morassut.

L'impegno dell'amministrazione 5 Stelle

Presenti alla lunga giornata di sopralluoghi anche i consiglieri capitolini Tranchina e Diaco, oltre assessori comunali, consiglieri municipali e presidenti di municipio. "L’amministrazione M5S sta facendo un grande lavoro che porterà nel medio-lungo periodo al superamento dei campi rom ma per uscire dalla fase di emergenza attuale occorre un forte impegno a tutti i livelli istituzionali soprattutto da parte del governo - hanno dichiarato in una nota congiunta Diaco e Tranchina: "Per le bonifiche abbiamo speso solo dall’inizio di quest’anno quasi mezzo milione di euro ma è doveroso che si intervenga con un piano bonifiche straordinario che insieme al controllo della magistratura sul traffico criminale dei rifiuti risolva definitivamente la questione. Se il governo ha davvero a cuore le periferie deve utilizzare anche i soldi del grande fondo che Palazzo Chigi ha a disposizione per le bonifiche".

Il sopralluogo: dal parco di Centocelle alla “fossa”

A fare da Cicerone alla commissione è stato il comitato di quartiere Torre Spaccata: “Abbiamo chiesto questo sopralluogo oltre un mese fa – ha commentato Antonella Manotti del comitato – ringraziamo infatti Morassut per aver mostrato interesse rispetto ai nostri territori”. Così Manotti ha dunque proseguito: “Abbiamo percorso viale Togliatti costeggiando gli autodemolitori fino ad arrivare alla fossa a ridosso del viale”. Tanta la partecipazione anche dei cittadini: “I residenti ci hanno coadiuvato in questo ruolo”, ha aggiunto Manotti che auspica – la relazione della commissione sarà portata al Ministro Minniti durante l’incontro del 19 settembre e auspichiamo che ci siano degli interventi importanti”. Dal comitato di quartiere anche Bruno di Venuta: "Siamo soddisfatti del sopralluogo che si è svolto oggi e ci auguriamo che l'attenzione su questo territorio sia sempre alta".

La commissione periferia alla baraccopoli di via Salone

“Ringraziamo la commissione per essere intervenuta qui – ha commentato Nicola Franco capogruppo FdI al Municipio Roma VI – le condizioni di vita all’interno della baraccopoli sono anche peggiorate rispetto allo scorso anno”. Franco già in altre occasioni ha effettuato qui dei sopralluoghi e tra i primi documenti presentati subito dopo l’insediamento hanno figurato ordini del giorno per chiedere la chiusura del villaggio della solidarietà. “E’ una storia vecchia, qui è terra di nessuno, auspichiamo che la commissione dopo aver visto con i suoi occhi cosa c’è qui prenda provvedimenti in tempi brevi”.

La proposta del partito democratico: “Stanziate i fondi per la terra dei fuochi”

Al sopralluogo anche il gruppo del partito democratico delle torri che in una nota ha dichiarato: “Come Partito Democratico abbiamo chiesto alla commissione di verificare se ci sono gli estremi per poter accedere ai fondi stanziati nel decreto sulla terra dei fuochi, perché per noi di questo si tratta – hanno dichiarato Mariano Angelucci membro assemblea Romana Partito Democratico e Fabrizio Compagnone segretario PD VI municipio – abbiamo inoltre chiesto alla commissione di sollecitare il comune a predisporre tutte le azioni di bonifica e controllo per salvaguardare la salute dei cittadini”. Sul sopralluogo anche il segretario romano del PD Andrea Casu: “E’ assolutamente necessario un intervento di tutte le istituzioni, molto positiva la proposta del PD del Municipio VI che ha chiesto di stanziare anche a Roma i fondi per la terra dei fuochi”. Dura poi la polemica sull’assenza della sindaca Raggi: “Anche in questa giornata è doloroso dover constatare l'assenza del sindaco Raggi e della sua giunta mentre il PD dimostra il suo impegno in tutte le sedi politiche ed istituzionali, per offrire soluzioni concrete e rispondere alle legittime preoccupazioni dei cittadini".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roghi tossici a Salone e Torrespaccata, la Commissione parlamentare: "E' un girone dantesco"

RomaToday è in caricamento