Torre Maura Torre Spaccata / Via Alessandro Barbosi

Padre Lucio torna a Torre Spaccata per festeggiare 50 anni di sacerdozio

L'appuntamento è fissato alle ore 11.00 di domenica 12 marzo presso i locali della parrocchia Santa Regina Mundi di Torre Spaccata

Padre Lucio domenica 12 marzo torna nella parrocchia che lo ha visto protagonista per 50 anni, la parrocchia Santa Maria Regina Mundi, del quartiere Torre Spaccata per festeggiare una tappa così importante: il cinquantenario del suo sacerdozio. Tanti i ricordi che lo legano qui, tante le sorprese che lo attendono perché padre Lucio è stato soprattutto un “amico” per tutti.

“Sono invecchiato”, ha esordito sorridendo padre Lucio raggiunto dalla nostra redazione. “Ho visto crescere qui intere generazioni, sono stato qui per più di 35 anni”. E così, come i granelli di un rosario, padre Lucio ha snocciolato gli anni della sua carriera con un entusiasmo che emoziona. “Sono stato ordinato sacerdote il 12 marzo del 1967 e sono arrivato a Torre Spaccata nel 1974, qui ho fatto la gavetta assumendo il ruolo di vice parroco”.

Ma com’era Torre Spaccata in quegli anni? Padre Lucio ha raccontato: “Un quartiere meraviglioso pieno di vita, era nato da pochi anni, lo abitavano cittadini giovani, famiglie con molti figli, era un quartiere popolare e la chiesa, le scuole erano strapiene di vita – ha aggiunto – purtroppo erano stati promessi negozi che poi non sono stati realizzati e questo ha portato a far diventare Torre Spaccata un quartiere dormitorio”. Qui padre Lucio ha fondato il coro dei piccoli cantori e ha messo in piedi attività culturali, come il teatro, la danza e con orgoglio ha ricordato: “Abbiamo ideato anche una serata dedicata alla romanità con poeti che hanno recitato in romanesco”. Dopo una piccola parentesi di pochi anni a Trapani, padre Lucio è stato definitivamente trasferito nel settembre del 2016 in un’altra parrocchia. “Ora sono nella parrocchia Santi Silvestro e Martino ai Monti, per me è un sogno perché è la parrocchia dove sono nato e dove ho fatto il chierichetto da bambino”.
E in attesa di scoprire come i suoi storici parrocchiani lo accoglieranno domenica ha concluso: “Sono molto emozionato, mi hanno raccontato che ci saranno delle sorprese, per me è una grande gioia”.
“Con padre Lucio sono cresciuto e sono cresciuti i miei figli – ha ricordato Antonio, un parrocchiano – per noi lui è un grande amico perché ha saputo ascoltarci e creare aggregazione in una parrocchia di periferia con ottimi risultati.

L’appuntamento è fissato alle ore 11 nei locali della parrocchia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre Lucio torna a Torre Spaccata per festeggiare 50 anni di sacerdozio

RomaToday è in caricamento