menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torre Angela: aggredisce la madre, l'afferra per il collo poi la minaccia di morte

La donna, impaurita, si era barricata in casa ha spiegato ai poliziotti che la difficile situazione va avanti danni

Erano ormai anni che sottoponeva la propria madre ad atti di violenza immotivata e reiterata, tanto da renderle la vita insostenibile. I suoi comportamenti aggressivi, dovuti probabilmente al continuo e prolungato abuso di sostanze stupefacenti, nell'ultimo periodo si erano aggravati.

Risale a qualche giorno fa, infatti, l'ennesimo atto di violenza dopo una banale lite quando il ragazzo ha afferrato la madre afferrato per il collo più volte. E nella mattinata di ieri, si è presentato nuovamente sotto casa della madre, che in preda alla paura non ha aperto la porta. Per niente scoraggiato il figlio ha continuato a suonare ripetutamente il campanello.

La madre, esausta, ha contattato il numero di emergenza. Giunti sul posto, gli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato Casilino Nuovo, hanno trovato l'uomo ancora attaccato al citofono, che in forte stato di agitazione gridava, proferendo ingiurie e minacce di morte nei confronti della madre.

Bloccato dai poliziotti è stato arrestato per il reato di atti persecutori e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La donna, che, impaurita, si era barricata in casa ha poi spiegato ai poliziotti che la difficile situazione va avanti da quando aveva 20 anni e che da poco era uscito dal carcere di Rebibbia per il reato maltrattamenti in famiglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento