Torri Tor Vergata

Tor Vergata: arresti, droga e armi nei controlli per i furti in ville

I carabinieri arrestano due persone a Tor Vergata nel corso di controllo volti alla prevenzione delle rapine in villa. Trovate armi, 'attrezzi da lavoro' e droga

Le pistole sequestrate dai carabinieri a Tor Vergata

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Frascati, questa notte, nel corso di una mirata attività di controllo volta alla prevenzione delle rapine in villa, hanno arrestato due persone, un cittadino italiano 48enne (noto trafficante di droga già arrestato in passato dagli stessi Carabinieri) e un tunisino che lavorava con lui, trovandoli in possesso di due pistole a salve, attrezzi da scasso, passamontagna e numerose dosi di cocaina. Nell’ambito dell’attività preventiva, durante l’arco notturno i Carabinieri avevano osservato da diversi giorni degli strani movimenti notturni del pregiudicato italiano e di alcuni cittadini nordafricani. La scorsa notte è scattato il blitz all’interno della villa di proprietà dell’italiano a Tor Vergata. Durante la perquisizione sono state rinvenute diverse dosi di cocaina già confezionate e pronte per essere vendute.


PISTOLE DI AVVERTIMENTO: A poca distanza dall’abitazione i militari hanno bloccato un cittadino tunisino 24enne che “lavorava per conto del boss italiano”, effettuando le consegne di stupefacente “a domicilio”. Il nordafricano arrestato è stato trovato in possesso di uno zainetto con all’interno due pistole a salve, (scacciacani) prive del tappo rosso e con caricatori e colpi, oltre a passamontagna e attrezzi da scasso. Sono in corso ulteriori indagini dei Carabinieri di Frascati finalizzate ad individuare gli altri complici degli arrestati e a verificare se quelle armi siano state utilizzate per la commissione di rapine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Vergata: arresti, droga e armi nei controlli per i furti in ville

RomaToday è in caricamento