TorriToday

VI municipio: “Dedichiamo una piazza a Davide Marasco, vittima della strada”

La proposta in una mozione a firma di Dario Nanni. Maria Grazia Carta, mamma di Davide: “La sua morte sia un monito per chi percorre la strada ogni giorno”

Maria Grazia Carta e suo figlio Davide - Immagine di archivio

“Dedichiamo una piazza, una strada o un parco pubblico alla memoria di Davide”. Lo chiede Dario Nanni, consigliere alle Torri del gruppo Misto per ricordare il giovane panettiere di appena 31 anni che morì investito su via Casilina nel maggio dello scorso anno. “E’ importante che mio figlio venga ricordato come vittima della strada affinché sua morte sia un monito per chi percorre la strada ogni giorno, è necessario fermarsi a pensare che la vita degli altri è più preziosa della nostra, perché della loro non possiamo impossessarcene” ha detto Maria Grazia Carta, mamma di Davide Marasco ucciso da un ubriaco.

Erano da poco trascorse le 3.30 del 27 maggio quando, lo scorso anno, Davide è finito travolto, da una Ford Fiesta guidata da un 49enne all’altezza di via Silicella. Un impatto frontale con l’automobilista ubriaco che ha invaso la corsia opposta, travolgendo lo scooter Yamaha 125. Per la vittima non c’è stato nulla da fare, all’automobilista è stato condannato a 7 anni e due mesi. Il prossimo 22 ottobre ci sarà l’udienza d’appello: “Chiedo la certezza della pena – ha detto mamma Maria Grazia al nostro giornale – Gli assassini stradali devono scontare le pene fino in fondo perché devono essere puniti per gli atti gravi che commettono”. Ha aggiunto: “L’auto è un mezzo di trasporto ma può essere anche un’arma se ci si mette alla guida ubriachi – ha concluso – Queste stragi devono finire, la politica deve farsene carico, porterò sempre avanti la mia battaglia su Roma”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una intitolazione a Davide non solo per ricordarlo ma anche per tenere alta l’attenzione sulla sicurezza stradale: “E’ giusto ricordare un ragazzo generoso, lavoratore al quale tutti volevano bene, e soprattutto è importante che la sicurezza stradale torni ad essere nell’agenda delle amministrazioni per prevenire queste tragedie” ha concluso Nanni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento