rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Tor Bella Monaca Torre Angela / Via Dionisio

Torre Angela terra di nessuno: "Qui non c'è sicurezza"

E' finito in manette il giovane che ha seminato il panico nel quartiere

Le “gesta” del giovane ragazzo di 31 anni che per due giorni ha seminato il panico tra le strade del quartiere Torre Angela sono state fermate. Gli uomini della polizia di Stato hanno bloccato e arrestato il ragazzo in via Dionisio, intorno alle 14.10 di martedì 19 settembre. L’uomo dovrà rispondere di lesioni e resistenza. Due giorni difficili per gli abitanti del quartiere che a più riprese hanno segnalato alle forze dell’ordine la presenza di “un pazzo che sta distruggendo tutto”.

"Mia moglie è stata aggredita"

I residenti di Torre Angela non si sentono sicuri e non solo di notte. A Roma Today si sfogano. “Chi delinque lo fa anche di giorno”, ha commentato al nostro giornale Marzio, un residente. “Di recente mia moglie è stata aggredita in maniera verbale mentre camminava per strada e solo la sua scaltrezza le ha evitato il peggio – ha aggiunto – il più delle volte la gente non denuncia perché ha paura". Poi ha puntato il dito contro le istituzioni: "E’ colpa loro se le nostre periferie sono finite nel degrado".  

"Per strada mi guardo sempre le spalle"

Degrado, abbandono: sono queste le prime parole che vengono in mente percorrendo le strade del quartiere. Lo stesso quartiere dove le donne di notte hanno paura a rientrare a casa. Stefania abita nei pressi del parco Celio Caldo: “Mi capita di tornare anche tardi di sera. Mi guardo le spalle, ho sempre il telefono in mano così da poter chiamare qualcuno in caso di problemi. Sarebbe opportuno che i controlli venissero rinforzati”. “Non ci sentiamo sicuri” ha dichiarato Mimmo, un altro residente del quartiere a cui hanno fatto eco le parole di Mario, commerciante: "Il degrado è assoluto, nessuno qui si sente sicuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Angela terra di nessuno: "Qui non c'è sicurezza"

RomaToday è in caricamento