menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torre Angela: ancora rifiuti non raccolti e i cassonetti diventano discariche a cielo aperto

Cresce la rabbia dei residenti soprattutto in vista del pagamento della Tari. Intanto dal Municipio spiegano i continui solleciti all’azienda

Le scene sono sempre le stesse ormai da settimane: i rifiuti non raccolti restano in strada, intorno ai cassonetti creando delle vere e proprie discariche a cielo aperto. Intanto monta la rabbia dei residenti che nonostante il mancato ritiro, si vedono recapitare il pagamento della tassa Tari. Dal Municipio VI, nel frattempo, continuano le segnalazioni all’azienda perché proceda in maniera celere al ripristino del decoro.

“In questo modo il Comune sta rubando i nostri soldi”. Sono arrabbiati, esasperati: i residenti del quartiere Torre Angela, attraverso il comitato, mostrano tutta la loro indignazione per la condizione a cui sono costretti ormai da settimane. E alla mancata raccolta, si aggiunge l’inciviltà di molti. Già perché sono in tanti a non avere nessuna remora a scaricare addirittura lavandini o materassi intorno ai secchi per la raccolta stradale.

Dalle vie secondarie a quelle principali come Aspertini, Torrenova e via del Torraccio di Torrenova, i rifiuti restano ammassati fino ai marciapiedi: “E’ una vergogna – ha detto Gino Cardinali del comitato di quartiere Torre Angela – L’intera zona est vive in queste condizioni indecorose e intanto dal Comune di Roma continuano a inviare richieste di pagamento a noi cittadini. E' assurdo". Nei giorni scorsi, gli stessi scenari anche a Villa Verde, altro quartiere del sesto municipio a ridosso della via Casilina dove vige il sistema di raccolta porta a porta dei rifiuti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento