Venerdì, 23 Luglio 2021
Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Viale Paolo Ferdinando Quaglia, 116

La burocrazia ferma Adelandia, ultimo baluardo antispaccio di Tor Bella Monaca

Nella mattina di lunedì la commissione ambiente del Campidoglio per discutere della riapertura del parco giochi di Tor Bella Monaca

Immagine di archivio

Nessuna soluzione concreta, ancora, per il parco giochi Adelandia di Tor Bella Monaca chiuso ormai da oltre un mese nonostante l’intento politico (di tutte le parti) sia chiaro: deve riaprire prima possibile. Nella mattina di lunedì si è svolta la commissione ambiente del Campidoglio che però si è chiusa con un nulla di fatto: per gli uffici dipartimentali i problemi da risolvere sono la mancata convenzione tra i proprietari del parco e il Comune (che risale a 37 anni fa), la sicurezza all’interno dell’area (l’antincendio) e la posizione di Adelandia come spettacolo viaggiante con sede fissa. 

Il Comune vuole una convenzione che non ha mai inviato ad Adelandia

“Abbiamo chiesto una soluzione – ha spiegato al nostro giornale Roberto Romanella, presidente del Municipio VI a margine della commissione – E una sospensiva del decreto di chiusura fino a quando questa vicenda non sarà definitivamente chiusa”. Il documento che oggi gli uffici dipartimentali chiedono a gran voce, cioè la stipula della convenzione tra il Comune e la famiglia Dell’Acqua, è in realtà un documento che oltre trent’anni fa avrebbe dovuto inviare il Comune stesso (a seguito della vincita di un bando da parte di Adelandia) e che non ha mai inviato nonostante i tanti solleciti inoltrati anche da Roberto Dell’Acqua, fondatore del parco giochi, scomparso di recente. 

“Tutto questo ha dell’assurdo”

“Tutto questo ha dell’assurdo, a Tor Bella Monaca sta morendo una realtà che ha contribuito a fare la storia del quartiere – ha detto Mario Cecchetti del centro sociale di largo Mengaroni – L’amministrazione sta massacrando una struttura sana. La politica tutta è concorde nel puntare alla riapertura immediata, bene, aspettiamo allora che ciò avvenga perché se Adelandia resta chiuso nessun politico potrà più venire a farci la morale o a dire quali sono i comportamenti giusti e quelli sbagliati se si sceglie di chiudere un parco giochi a Tor Bella Monaca”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La burocrazia ferma Adelandia, ultimo baluardo antispaccio di Tor Bella Monaca

RomaToday è in caricamento