Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Via dell'Archeologia

Continua la rivolta delle mamme al 'Sottomarino Giallo': "Dal 5 luglio inizia l'autogestione"

Le mamme: "Sembra che l'attenzione verso i bambini non sia una prerogativa delle nostre istituzioni eppure il senso civico e il futuro di un paese si vede dall'attenzione che si ha verso i bambini e gli adolescenti". All'appuntamento anche Medicina Solidale e Don Paolo Lojudice

Prima l'autodenuncia, poi l'autogestione. Le mamme del 'Sottomarino Giallo' non si arrendono e in attesa della pubblicazione di un 'bando trasparente' per l'assegnazione degli spazi, annunciano l'inizio dell'autogestione che avverrà a partire da domenica 5 luglio, presso i locali della ludoteca in viale dell'Archeologia, nel comparto R5, a Tor Bella Monaca.

Un vero e proprio appuntamento con 'Festa alla ludoteca' che inizierà alle ore 11.00 con una partita di calcetto tra i bimbi del Comparto R5 e i bimbi rom che frequentano le scuole del quartiere. Dopo il pranzo, giochi e attività ricreative. All’iniziativa parteciperanno anche l'associazione Medicina Solidale con sostegno nutrizionale e pediatrico e Don Paolo Lojudice, vescovo per il settore sud e ex parroco della parrocchia di Tor Bella Monaca.

Tenacia e determinazione, dunque, tra le mamme del comparto R5 che, con l'obiettivo di restituire un punto di riferimento e un luogo di aggregazione ai ragazzi del quartiere, iniziano l'autogestione degli spazi dopo aver atteso in vano tre anni risposte dalle istituzioni. Già perché dopo la chiusura dei locali, le mamme hanno deciso di ripristinare gli spazi e si sono autodenunciate 'in presidio permanente' dopo l'arrivo della polizia municipale nel pomeriggio dello scorso 19 giugno.

"In questi anni abbiamo assistito a occupazioni e danneggiamenti all’interno dei locali che ospitavano la ludoteca, sono state portate via porte, termosifoni e altro, tutto sotto l’indifferenza e  l'incuria delle istituzioni. Sembra che l’attenzione verso i bambini non sia una prerogativa delle nostre istituzioni eppure il senso civico e il futuro di un paese si vede dall’attenzione che si ha verso i bambini e gli adolescenti" - dichiarano le mamme.

Un'autogestione che mira all'ottenimento di un bando pubblico per l'assegnazione dei locali della ludoteca, come si legge in una nota diffusa dalle mamme del comparto R5: "Visto il protrarsi di questa situazione, vista l’indifferenza delle istituzioni ci sentiamo nell’obbligo di 'salvaguardare' e 'riaprire' lo spazio, pertanto le mamme dell’R5 e le associazioni del territorio che sviluppano attività ludico-formative  'partono' con l'autogestione della ludoteca in attesa di un bando pubblico trasparente per ripristinare il luogo a ludoteca e a misura di bambini e adolescenti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua la rivolta delle mamme al 'Sottomarino Giallo': "Dal 5 luglio inizia l'autogestione"

RomaToday è in caricamento