TorriToday

Insulti, vigili e polemiche: alle Torri tra maggioranza e opposizione volano gli stracci

Mastrangeli (Lista Marchini): "Parlavo con un amico quando mi è stato chiesto di abbandonare l'aula e per farlo sono stati chiamati i vigili". Ilaria (M5S): "Non hanno avuto rispetto istituzionale"

Sempre più tesi i rapporti tra la maggioranza e l’opposizione al Municipio Roma VI delle Torri. Dopo le recenti dichiarazioni del capogruppo Nicola Franco (FdI) e di Fabrizio Compagnone (PD) che hanno contestato la mancanza del rispetto istituzionale da parte della maggioranza, un altro episodio si è verificato nella mattina di mercoledì 1 marzo presso l’aula consigliare di viale Cambellotti.

A denunciare l’accaduto è il capogruppo della Lista Marchini, Valter Mastrangeli che a Roma Today ha raccontato: “Sono entrato nell’aula insieme ad un amico, nonché ex assessore Vittorio Alveti e ci siamo seduti sugli scranni – ha precisato – in aula si stava svolgendo la commissione scuola, ci siamo intrattenuti a parlare, siamo stati richiamati e invitati ad abbassare il tono della voce, cosa che abbiamo fatto”. Ha poi proseguito: “Ad un tratto ci siamo ritrovati davanti tre vigili municipali che ci hanno chiesto per quale motivo fossero stati chiamati, noi abbiamo pensato dovessero raggiungere la commissione e così li abbiamo indirizzati in quel senso, abbiamo poi scoperto che il motivo della loro discesa in campo eravamo noi”. Mastrangeli ha commentato così quanto accaduto: “Dopo una lunga serie di episodi arroganti da parte del presidente del consiglio VI Municipio, oggi, si è giunti all'apice, ci hanno chiesto di abbandonare l’aula per ordine pubblico”. E così ha concluso: “Chiederemo la sfiducia del presidente del consiglio, non c’è un minimo di democrazia”.

Raggiunto da Roma Today il presidente del consiglio, Alberto Ilaria ha spiegato: “Eravamo in aula a svolgere i lavori di commissione quando il consigliere Mastrangeli è entrato insieme ad un persona esterna al municipio – ha commentato – e si sono seduti sugli scranni, già questo mi ha lasciato perplesso perché si tratta di un’aula istituzionale e quindi non è che tutti possono venire e mettersi a sedere là”. Ha poi proseguito: “La prima volta è stato richiamato e invitato ad abbassare la voce o a dirigersi nelle sale gruppi, gli ho fatto presente che non era così convenevole sedersi lì”. Sull’arrivo dei vigili ha puntualizzato: “Abbiamo continuato la commissione ma loro non hanno mostrato rispetto istituzionale e  così ho avvertito la segretaria di chiamare un messo o un vigile, non immaginavo si presentassero in tre”.

All’arrivo dei vigili, Ilaria: “Il consigliere Mastrangeli ha iniziato ad insultarmi con toni molto accesi, davanti a testimoni, la commissione è stata interrotta e ripresa quasi dopo un’ora”. Ha concluso: “Si cerca un confronto nelle sedi opportune ma evidentemente il rispetto del regolamento non piace, chiederò che le scuse pubbliche e poi capirò le azioni da intraprendere, non è la prima volta che le opposizioni con consentono uno svolgimento equilibrato di commissioni e consigli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento