Lunedì, 18 Ottobre 2021
Tor Bella Monaca Torre Angela / Via Luigi Manfredini

Torre Angela: "Io disabile, prigioniero dei rifiuti"

Abita in via Manfredini, nel quartiere Torre Angela. Da giorni non ritirano la spazzatura e il suo cancello è ostacolo di cumuli di rifiuti

Cumuli di rifiuti davanti casa e odori nauseabondi. E' questa la condizione in cui versa il quartiere Torre Angela nel Municipio Roma VI delle Torri. Qui la mancata raccolta della spazzatura rende difficile la vita dei residenti. In particolar modo quella di Luca, disabile in carrozzina che a Roma Today racconta la sua rabbia e la sua indignazione.

Siamo in via Luigi Manfredini, una delle tante strade del quartiere Torre Angela. Anche qui la raccolta differenziata porta a porta, come in molti altri quartieri del territorio, non viene svolta in maniera regolare e come conseguenza ecco i cassonetti stracolmi e i sacchetti lasciati davanti le case. Un fenomeno che indigna e fa arrabbiare soprattutto quando ad essere prigioniero dei rifiuti è un giovane ragazzo disabile che per uscire di casa è costretto a mille peripezie.

"Da oltre dieci giorni qui la spazzatura non viene ritirata - commenta Luca - i sacchetti dell'immondizia continuano ad aumentare e l'odore acre che si respira è davvero insopportabile". E' arrabbiato Luca, un fiume in piena: "Non posso uscire di casa, l'unico cancello che posso utilizzare è quello grande, per l'accesso delle auto, ma sbuca direttamente in strada con le macchine che sfrecciano a velocità incredibile". Alla rabbia di Luca per la mancata raccolta dei rifiuti che gli fa porre la domanda: "In che mondo viviamo?" si aggiunge l'indignazione di vivere in un quartiere che non è a misura di disabili. "Sono disabile dalla nascita - aggiunge - a Torre Angela non posso uscire perché le strade sono piene di buche e non ci sono marciapiedi, è impossibile camminare districarsi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Angela: "Io disabile, prigioniero dei rifiuti"

RomaToday è in caricamento