rotate-mobile
Tor Bella Monaca Grotte Celoni / Via Acquaroni

La Protezione civile deve lasciare i locali della parrocchia: il gruppo ancora senza casa

Giovedì una commissione patrimonio nei locali del Municipio VI

“Dovremmo lasciare gli spazi presso la parrocchia S.Rita. Il parroco ci ha invitato a lasciare i locali entro la fine del mese. Messi alla porta, un colpo al cuore. Cercheremo una soluzione”. Sono queste le parole di Massimo Missori, presidente della Protezione civile VI gruppo che entro fine febbraio dovrà liberare l’ufficio in via Acquaroni. Intanto, per la mattina di giovedì, è stata convocata una commissione patrimonio in Municipio Roma VI delle Torri.

Era agosto del 2020, quando – in piena emergenza Covid – il gruppo di Protezione civile ha lanciato un appello anche attraverso le pagine di Roma Today per chiedere uno spazio da utilizzare. L’associazione, da anni presente sul territorio del Municipio VI, si occupa di garantire il primo soccorso, tutelare le fragilità e presenzia agli eventi che si svolgono nella periferia est di Roma e nel resto della città. Per loro, però, nonostante l’impegno a titolo gratuito profuso per il territorio, nessuno ha mai trovato una soluzione. Nel 2015, grazie ad un accordo con l’allora parroco della chiesa di Santa Rita – di via Acquaroni a Tor Bella Monaca – la Protezione civile VI gruppo ha iniziato a utilizzare, in comodato d’uso gratuito, gli spazi. Nell’accordo, che abbiamo letto, vengono concessi i locali destinati a infermeria, ufficio magazzino e servizi, e uno spazio esterno per il rimessaggio dell’ambulanza.

Nonostante questo, il gruppo ha continuato a cercare una sistemazione definitiva ma fino ad ora non ha ottenuto nessun riscontro e la protezione è ancora senza casa. Successivamente, viene siglato un nuovo accordo tra la parrocchia e il gruppo, sottoscrivo da un altro parroco. Nel testo viene concordato l’uso degli spazi fino a novembre dello scorso e che per tale uso “la protezione civile si impegna a fare alla parrocchia una erogazione liberale anche per i mesi passati”. Inoltre, si legge che per ‘poter usare ancora i locali della parrocchia, la Protezione civile si accordi con il vicariato di Roma secondo il regolamento da esso stabilito’. I locali, quindi, utilizzati anche di recente per la manifestazione del partito Fratelli d’Italia che ha ospitato oltre mille persone, non potranno più essere utilizzati dalla Protezione civile.

Intanto, per il ruolo che l’associazione ricopre sul territorio, è stata convocata una commissione patrimonio per la mattina di giovedì che si svolgerà nei locali del Municipio VI. “Non appena ho saputo quanto stava accadendo, ho attivato l’ufficio tecnico perché insieme si possa trovare una soluzione e dare alla Protezione civile una casa – ha detto Gabriele Manzo, presidente della commissione patrimonio e sicurezza – anche perché la loro presenza è fondamentale in questo quadrante soprattutto per interventi urgenti”. Intanto, gli automezzi sono stati trasferiti in uno spazio privato, in parrocchia restano fino a fine mese solo gli uffici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Protezione civile deve lasciare i locali della parrocchia: il gruppo ancora senza casa

RomaToday è in caricamento