rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Tor Bella Monaca Torre Angela / Via Amico Aspertini, 393

Contro lo sfratto a 5 stelle del centro antiviolenza scende in campo il PD Roma

Una visita ufficiale quella che si è svolta nella giornata di martedì 8 agosto al centro antiviolenza Marie Anne Erize da parte del neo segretario PD Andrea Casu

"L'incontro, concordato con brevissimo preavviso, che dimostra la disponibilità del nuovo segretario, si è reso necessario affinché egli potesse vedere coi suoi occhi quale e quanto è il lavoro svolto dal nostro centro sul territorio". E' questo il commento di Stefania Catallo, presidente del centro antiviolenza di Tor Bella Monaca "Marie Anne Erize", a margine della visita del neo segretario PD Roma Andrea Casu.

La battaglia delle donne del centro antiviolenza

E' dallo scorso 16 marzo che le donne del centro antiviolenza di Tor Bella Monaca sono ritornate a combattere. Da quando una mozione della maggioranza pentastellata ha annunciato la volontà dell'amministrazione di tornare in possesso dei locali di via Amico Aspertini 393 per rimetterli a bando e assegnarli in maniera regolare. Eppure gli affidamenti diretti non sono reati ma sono fuori dalla fisolofia politica grillina che ha ritenuto opportuno mettere invece "sotto sfratto" un centro che ha ottenuto la struttura dalla precedente giunta Scipioni. Già perché per ottenere i locali le donne del centro antiviolenza già due anni fa hanno fatto battaglia e sono riuscite a raggiungere oltre 54mila firme. "Un risultato che nessuna amministrazione avrebbe potuto ignorare", aveva poi spiegato Catallo. La macchina della solidarietà si è rimessa in moto: le donne del centro si sono rimboccate le maniche e hanno avviato una nuova petizione. Non solo, hanno incontrato la presidente della Camera Laura Boldrini, si sono appellate alla sindaca Raggi, hanno organizzato incontri e sfilate dove ad emergere sono stati impegno, dedizione e tenacia. Il centro, infatti, grazie alla sartoria solidale consente alle donne di rimettersi in gioco.

Il segretario romano Casu: "Presidio indispensabile"

"Ho incontrato passione, competenza e determinazione al servizio di tutte le donne vittime di violenza e non solo - ha commentato Casu dopo la visita - Difendere uno spazio come questo dovrebbe essere un impegno di tutti, sicuramente sarà una nostra battaglia". E l'impegno che il Partito Democratico ha preso in questa "sfida" è tangibile. "E' la prima volta che riceviamo la visita di un politico qui al centro", ha spiegato Catallo. All'incontro hanno partecipato anche Alessandra Laterza e Gianfranco Gasparutto, esponenti del PD locale e Ivan Mattei regista e videomaker autore del corto "Marie Anne", girato a sostegno del centro e basato sulle storie sei suoi utenti, presentato lo scorso 29 luglio al Guerra&Pace Film Fest di Nettuno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro lo sfratto a 5 stelle del centro antiviolenza scende in campo il PD Roma

RomaToday è in caricamento