rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Tor Bella Monaca Torre Angela / Viale Duilio Cambellotti

Parco nazionale dell'agro romano, avanti tutta! Costituito il comitato tecnico-scientifico

La scuola di restauro di Roma, insieme ad una rappresentanza del QRE, seguirà il progetto per la nascita del parco nazionale dell'agro romano nell'iter al Ministero

Continua l'iter per l'itituzione del parco dell'agro romano. Un altro step va ad aggiungersi ai passi condotti fino ad ora per creare un'area protetta nei territori del Municipio delle Torri. Nel pomeriggio di ieri, infatti, presso i locali di viale Cambellotti, si è svolta una seconda conferenza di servizi. All'evento, oltre i membri del QRE (quartieri riuniti in evoluzione), promotori dell'iniziativa, comitati e associazioni, anche le rappresentanze municipali. Inoltre, all'evento, hanno preso parte la sovrintendenza, la scuola di restauro di Roma, la città metropolitana di Roma e le università Sapienza, Tor Vergata e Camerino. A questi poi, si sono aggiunti dottorandi delle diverse università che si occupano di sostenibilità.

ITER BUROCRATICO - "E' stato costituito il comitato tecnico-scientifico, costituito dalla scuola di restauro e da membri del QRE che seguirà il progetto anche al Ministero", ha dichiarato Andrea De Carolis, membro del QRE che da tempo segue il progetto. E' ancora De Carolis a spiegare che cosa avverà nei prossimi mesi: "Dopo gli esiti postivi dell'incontro, si procederà con l'avvio della procedura per la costituzione del parco - poi aggiunge - la documentazione verrà inviata al Ministero dell'ambiente che procederà all'inserimento della nuova area protetta all'interno dell'elenco di quelle già esistenti. Infine - prosegue - dovrà essere il presidente della Repubblica a firmare il decreto. A questo si aggiunge la costituzione dell'ente parco". 

"Siamo molto soddisfatti della riuscita dell'incontro di ieri - prosegue ancora De Carolis - inoltre, abbiamo fatto presente ai cittadini che tutte le modifiche al progetto devono essere realizzate in questo lasso temporale, quindi, ci siamo detti aperti ad accogliere eventuali nuove proposte". 

IL PROGETTO - L'obiettivo del progetto è la salvaguardia del patrimonio storico-archeologico del territorio del Municipio delle Torri. La demarcazione del perimetro indica il confine a 'sud con la via Prenestina antica, a ovest con via Polense e via Maremmana a est, invece, la cresta dei monti prenestini. Al suo baricentro c’è la valle degli acquedotti, diffusi sono il sistema delle torri che ha il vertice nell’Acqua Raminga, borghi, torri e castelli molteplici, città e ville romane e rinascimentali, templi e acropoli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco nazionale dell'agro romano, avanti tutta! Costituito il comitato tecnico-scientifico

RomaToday è in caricamento