Lunedì, 22 Luglio 2024
Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Viale Duilio Cambellotti

Aree verdi degradate nel VI municipio, Nicola Franco chiede al Comune di Roma l'immediata presa in carico

Il minisindaco si sente ostacolato dal Campidoglio perchè di centrodestra

“Dateci in carico le aree verdi” e “metteteci nella reale condizione di risolvere il problema”. Stanco, probabilmente, delle accuse di inefficienza da parte degli abitanti, il presidente del VI Municipio delle Torri, Nicola Franco, ha deciso di rivolgersi direttamente al sindaco di Roma e agli assessori ai lavori pubblici, patrimonio e urbanistica per chiedere una veloce consegna di “strade, aree verdi e parchi”. Una procedura che rientra in quel processo di “decentramento amministrativo” che dovrebbe portare i minisindaci e le loro giunte ad avere una migliore capacità di intervento sui territori, occupandosi direttamente di alcune questioni oggi in campo all’amministrazione centrale.

Aree verdi

I municipi possono prendere in consegna aree verdi sotto i 20 mila metri quadrati, con conseguente impegno, da parte di Roma Capitale, dei fondi necessari per le manutenzioni. Di recente, Giovanni Raiola, assessore municipale all’ambiente, ha espressamente chiesto la presa in carico delle aree di via Cigola e via Erice per evitare, come nel caso del parco di via Ponte di Nona, che le erbacce invadano tutti gli spazi rendendo queste aree, di fatto, inutilizzabili. Ad oggi sono circa 61 le aree verdi che il Campidoglio ha già consegnato al Municipio VI.

Cittadini esasperati

Nella lettera indirizzata ai vertici di Roma Capitale, Nicola Franco sottolinea il fatto che “diversi comitati di quartiere ed associazioni di cittadini, come ad esempio quelli che ci chiedono interventi sui parchi di Colle degli Abeti e Ponte della Catena, ci attribuiscono responsabilità rispetto all’attuale degrado, causata dalla mancata richiesta di presa in consegna” dei parchi citati così come di altri presenti sul territorio.

La sfida

Franco “sfida” il Campidoglio, scrivendo di non vedere l’ora “di partecipare a qualsiasi riunione vorrete organizzare per la consegna al Municipio Roma VI delle Torri di strade e parchi che siamo pronti immediatamente ad accettare”. Il senso è chiaro: dateci quello che chiediamo e vi facciamo vedere noi come vanno gestite le cose. Il minisindaco, l’unico di centrodestra di Roma, vede nell’operato del Campidoglio una volontà di rendergli il lavoro più difficile.

Franco, infatti, sottolinea come le consegne agli altri municipi avvengano in maniera “quasi automatica su semplice richiesta”  insieme “alle risorse economiche necessarie per realizzare le opere di urbanizzazione previste sulle medesime aree”. La stessa cosa, secondo il minisindaco, non accade con le Torri, un Municipio che sarebbe pronto a prendere in consegna aree anche prima ancora venga formulata il passaggio di consegne ufficiale, a patto che ci siano poi le condizioni per effettuare tutti gli interventi necessari alla manutenzione e al decoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree verdi degradate nel VI municipio, Nicola Franco chiede al Comune di Roma l'immediata presa in carico
RomaToday è in caricamento