rotate-mobile
Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Viale Duilio Cambellotti

Ancora una commissione deserta alle Torri: è polemica tra le opposizioni

Pomo della discordia la ‘trasparenza’ di viale Cambellotti

È finita al centro della polemica la commissione trasparenza del Municipio Roma VI delle Torri. Convocata per la mattina di martedì, la commissione – che ha il compito di verificare, tra le altre cose, la correttezza degli atti amministrativi prodotti dalla maggioranza di governo - è andata deserta. “Non è la prima volta che succede” ha commentato Laura Arnetoli, presidente della commissione. Intanto, dal Partito democratico la richiesta di rivedere la composizione dell’organo consiliare, perché “I numeri sono cambiati”. 

Il Partito democratico: “I numeri in consiglio sono cambiati”

La composizione, il ruolo e le competenze della commissione trasparenza sono stabiliti dal regolamento comunale (art. 2 comma 12). La sua presidenza, come da regolamento appunto, viene affidata a uno dei partiti di opposizione ed è composta, per la restante parte, dai capigruppo degli altri partiti. Quella di viale Cambellotti, presieduta da Arnetoli (M5s) ha, attualmente, sette componenti. “Il Movimento cinque stelle dovrebbe cedere una quota in commissione, poiché è rappresentata da due consigliere, nonostante il numero dei loro eletti sia diminuito perché due membri del Movimento sono passati in maggioranza” ha commentato Fabrizio Compagnone, capogruppo del Pd. Ha aggiunto: “Sono venuti meno i presupposti del regolamento municipale. I numeri della minoranza sono di fatto cambiati”. 

M5s: “Commissione usata come braccio di ferro”

Il Movimento cinque stelle, rappresentato in commissione da due consigliere (Arnetoli e Filipponi) non ha nessuna intenzione di rivedere i numeri e anzi denuncia le continue assenze in commissione anche da parte della maggioranza che rallentano i lavori della Trasparenza. “Sono dispiaciuta che questa commissione venga usata come braccio di ferro, prima dalla maggioranza che oramai manca da mesi e poi dai colleghi di minoranza. Capisco la loro volontà di inserire un altro componente del PD all'Interno della commissione, ma le cose vanno fatte a norma di regolamento e non consentire alla commissione di lavorare per dispetto mi sembra una stupidaggine”.

Nessuna resa dal Pd

Arnetoli, tuttavia, ha aggiunto: “Nonostante non ci sia nulla da cambiare a norma di regolamento, ci siamo resi disponibili a fare un percorso insieme prendendo come esempio il Regolamento Comunale e portare la Commissione ad otto componenti così da inserire un altro consigliere del Pd”. Ha concluso: “È aberrante vedere che l'unica battaglia portata avanti dai dem finora sia fare opposizione al M5S, unico partito che invece fa le pulci alla maggioranza per rispetto ai cittadini”. Nessuna resa dal Partito democratico, determinato ad andare avanti: “ Nei prossimi giorni protocollerò una richiesta al presidente del consiglio per una nuova designazione della commissione “ ha concluso Compagnone. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora una commissione deserta alle Torri: è polemica tra le opposizioni

RomaToday è in caricamento