Martedì, 22 Giugno 2021
Tor Bella Monaca Torre Angela / Viale Duilio Cambellotti

INTERVISTA | Primarie Municipio VI, Alessandra Laterza (Caudo Sindaco): "Con me un territorio green, a misura di bambino"

Ambiente, scuole aperte e partecipate: queste alcune delle tematiche da cui partire per il governo del territorio

Si tessera al Partito democratico nel 2011,  Alessandra Laterza diventa segretaria del circolo Borghesiana-Finocchio due anni più tardi, entra in assemblea romana nel 2015. L’anno successivo si candida consigliera al Municipio VI e nel 2018 entra in assemblea regionale. Ha aperto la prima (e unica) libreria a Tor Bella Monaca nel 2018.

Si candida alle primarie del centrosinistra sinistra, perché?

Perché la mia storia è nata lì, tra le fila del Pd e quando si è evidenziata la necessità da parte di un candidato di individuare una figura sul sesto municipio lui ha pensato a me. Era una sfida che avevo archiviato per una serie di motivi, in primis perché non volevo scontri con il Partito democratico di zona. Poi seguendo Caudo ho pensato fosse la persona giusta al momento giusto, Gualtieri non era il nome che mi aspettavo dal Pd. Il progetto di Tor Bella Monaca a misura di bambino ha fatto si che questa idea si consolidasse. Ho iniziato a raccogliere le firme, senza un apparato, scoprendo che ci sono tante persone che hanno una forte lontananza dal simbolo del Pd.

Ha scelto di partecipare alle primarie, non pensa che possano essere divisive?

Credo di si. Se non ci fosse stata questa divisione  non mi sarei neanche esposta pubblicamente. Nel momento in cui uscirà un candidato, l’altro avrà un peso numerico che determinerà uno scenario diverso che va a rompere uno schema con quello che ha determinato cinque anni di Pd in questo municipio: non siamo stati opposizione. Credo che poter offrire un’alternativa al Pd sia un aiuto e non sia divisivo.

Se vincesse lei le primarie del 20 giugno quali tematiche riterrebbe centrali per compattare il centrosinistra alle amministrative di ottobre?

Intanto spero che se dovessi vincere le primarie il candidato sindaco sia Caudo perché senza questa presenza mi sentirei un Marino della situazione (Ignazio Marino ex sindaco di Roma). Ci sono vari temi su cui il centrosinistra si deve compattare, la tematica dell’ambiente sicuramente è tra queste e non ha solo valore educativo e culturale ma nel nostro territorio è rappresentata anche dall’impianto di Rocca Cencia.

Quali sono le priorità che affronterebbe se venisse eletta?

Scuole aperte e partecipate, sicuramente. Immaginiamo un’assistenza maggiore da parte del Miur verso i nostri istituti. Uno stravolgimento degli uffici del municipio. Rifiuti, un ufficio preposto alle start-up, riqualificazione di spazi esterni, lotta alla criminalità.  

Che cosa, assolutamente, non mancherebbe in municipio se lei fosse presidente?

Il mio sarà un municipio a misura di bambino perché se il bambino vive bene anche chi gli sta intorno vive bene. Quindi parliamo di parchi con erba tagliata, strade asfaltate e sicure, servizi funzionanti.  

Che voto da’ alla passata amministrazione?

Considerato che non erano professionisti della politica, darei un 6 meno.

Un giudizio sul Movimento Cinque Stelle?

Un vero fallimento, e la mancata chiusura degli impianti di Rocca Cencia come promesso invece agli elettori ne è un esempio. Non si vende l’aria fritta ai cittadini pur di farsi votare.

Augurandole che vada tutto bene, immaginiamo però uno scenario nefasto per il suo schieramento politico con un turno di ballottaggio che vede solo centrodestra e M5s. Come si comporterebbe?

Se il centrosinistra non va al ballottaggio è necessaria una riflessione sul programma e sui modi di amministrare dei cinque stelle per essere votati. Al netto di questo, le persone fanno la differenza, avrò piacere di vedere chi il M5s candida nelle fila delle proprie liste.

Che rapporto ci sarebbe con il M5s?

Bisogneebbe chiederlo a Letta

Perché i cittadini del sesto dovrebbero scegliere lei?

‘Fai come me’. Mi spiego: non sono di questa zona, non ci vivo, la scelgo perché la vedo bella con un grande potenziale da sfruttare. E l’invito rivolto ai cittadini è quello di crederci in questo luogo: “Scegli me perché ci ho visto lungo”. Potevo investire ovunque ma ho scelto Tor Bella Monaca e so che c’è tanto altro, come in tutto il sesto municipio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INTERVISTA | Primarie Municipio VI, Alessandra Laterza (Caudo Sindaco): "Con me un territorio green, a misura di bambino"

RomaToday è in caricamento