Tor Bella Monaca Castelverde / Via Polense

Torri: modifiche alla rete del trasporto pubblico sull’asse prenestino-polense

La ristrutturazione della rete del trasporto pubblico avverrà entro dicembre 2019. Ecco le novità principali

Immagine di archivio

Rimodulazione delle linee, nuovi passaggi e soppressioni: la rete del trasporto pubblico locale sull’asse prenestino-polense subisce delle modifiche che saranno attuate entro dicembre di quest’anno. “È il risultato di un lavoro che parte dal basso, dalle esigenze dei cittadini e da una volontà politica che ha inteso riorganizzare la mobilità integrata in una visione complessiva del territorio” ha puntualizzato Katia Ziantoni, assessore alla mobilità della giunta Romanella.

“Il progetto è la sintesi tra le richieste dei cittadini e il monitoraggio delle attuali linee”

Una lunga “gestazione” quella che ha portato al nuovo piano che sarà attuato entro l’anno. “Dopo la prima proposta di Roma Servizi Mobilità, infatti, si è lavorato tantissimo affinché si arrivasse ad un progetto che non fosse calato dall’alto, ma fosse la sintesi tra le richieste arrivate dalla cittadinanza e un monitoraggio costante sui servizi dell’attuale trasporto pubblico locale” ha detto Ziantoni. Il lavoro al progetto è durato oltre un anno e ha visto impegnati, oltre il Municipio VI anche Roma Servizi per la Mobilità, Assessorato centrale e Dipartimento per arrivare al progetto definitivo, votato lunedì in commissione mobilità con parere positivo.

Queste le principali novità del progetto

Ecco le novità del progetto: una linea di nuova istituzione, lo 045, che collega Villaggio Prenestino e la zona di Ortona de Marsi sia alla stazione FL2 che alla metro C; soppressione della linea 501 servita solo dal 508 con aumento della frequenza a 20 minuti e passaggio a Colle del Sole; rimodulazione della linea 107 che consentirà a Corcolle di raggiungere la metro C; rimodulazione del 555 con passaggio a Colle del Sole e Rocca Cencia che godranno di un collegamento diretto sia alla FL2 di Ponte di Nona che alla metro C; e infine: l’estensione dell’arco di servizio dello 075 con due corse aggiuntive la mattina per consentire l’interscambio con le prime corse della linea B.

Il nuovo piano prevede "Più chilometri e più servizi"

Ziantoni ha concluso: “Questo piano si traduce in più km sul Municipio VI è più servizi per quartieri che prima erano privi di collegamenti – sottolineando - Le nuove linee e la rimodulazione delle esistenti consentiranno di aumentare i collegamenti verso il centro migliorando l’interscambio con la metro C e la FL2 e garantendo anche una comunicazione tra i quartieri, soprattutto verso la nuova centralità urbana di Ponte di Nona”.

nuovo-piano-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torri: modifiche alla rete del trasporto pubblico sull’asse prenestino-polense

RomaToday è in caricamento