Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Largo Ferruccio Mengaroni

Tor Bella Monaca, tombini “chiusi” in largo Mengaroni

Dall'assessorato ai lavori pubblici di viale Cambellotti: "Sulla piazza c'è uno studio di riqualificazione, per ora segnaliamo i tombini occlusi agli uffici competenti"

Dall’erba all’asfalto dissestato, scheletri in ferro (un tempo funzionali) e panchine divelte. Benvenuti in largo Mengaroni, tra gli spazi aperti di Tor Bella Monaca lasciati all’abbandono e regalate allo spaccio. Percorrendo le strade che circondano la piazza, impossibile non imbattersi in tombini completamente occlusi che durante le giornate di pioggia non lasciano filtrare l’acqua provocando un inevitabile allagamento dell’area.

Già perché la strada che collega largo Mengaroni al “vialone” diventa un lago artificiale alle prime piogge dove non è insolito vedere galleggiare sacchi di spazzatura, complice anche le radici degli alberi sollevati, le voragini presenti sulla strada che rischiano di provocare cadute ai pedoni con molta facilità. 

Su largo Mengaroni stiamo studiando un progetto di riqualificazione – ha spiegato al nostro giornale Sergio Nicastro, assessore ai lavori pubblici della giunta Romanella – Che per ovvie ragioni legate all’emergenza Covid-19 è in una fase di rallentamento, tuttavia non sarebbe realizzato in breve tempo”. Intanto nell’immediato, Nicastro ha assicurato: “Segnalerò all’ufficio strade le caditoie occluse”. 

tombini-tor-bella-monaca-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Bella Monaca, tombini “chiusi” in largo Mengaroni

RomaToday è in caricamento