rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Via dell'Archeologia

Tor Bella Monaca: Jeeg Robot cacciato dalla casa di Alice

Annullata la proiezione del film "Lo chiamavano Jeeg Robot", organizzata dal comitato Nuova Tor Bella Monaca: "Qui le iniziative si concordano in assemblea"

"La casa di Alice è una ludoteca e non si fanno proiezioni", è dura la presa di posizione delle mamme del comparto R5 di viale dell'Archeologia che da tempo autogestiscono i locali. Il riferimento è al comitato di quartiere Nuova Tor Bella Monaca e alla carovana delle periferie che, a partire dai giorni scorsi, hanno affisso e diffuso notizia di un incontro, fissato per il pomeriggio di venerdì 25 marzo, con la proiezione del film "Lo chiamavano Jeeg Robot", proprio qui, nei locali della ludoteca.

"La casa di Alice è sotto la nostra responsabilità e non si occupa di iniziative politico-sociali ma esclusivamente di attività ludico-educative per i bambini", fanno sapere le mamme. Su quanto avvenuto in queste ultime ore, puntualizzano: "Eravamo stati contattati per una proposta del genere ma avevamo risposto che ne avremmo discusso in un incontro per conoscere dinamiche e modalità, prima dell'incontro però ci siamo visti invasi da inviti". Le mamme del comparto R5 di viale dell'Archeologia, supportate anche dagli attivisti de El Chentro Sociale, aggiungono: "E' inammissibile che vengano organizzati eventi senza interpellarci - concludono - Nessuno può parlare a nome della ludoteca, siamo aperti a tutte le proposte ma devono essere discusse durante l'assemblea di gestione". 

DALL'OCCUPAZIONE A OGGIGià perché la responsabilità dei locali della ludoteca La Casa di Alice appartiene proprio a loro, alle mamme del comparto R5 che a partire dal mese di luglio dello scorso anno si sono autodenunciate in presidio permanente della struttura. Prima del loro arrivo, infatti, l'ex sottomarino giallo, così si chiamava prima la ludoteca, era abbandonato da anni. Loro si sono rimboccate le maniche, hanno ripulito, riverniciato, e hanno dato il via ad una serie di iniziative che coinvolgono i bambini del comparto. Uno spazio che continuano a difendere anche davanti alle richieste del Municipio Roma VI che, invece, vorrebbe destinare i locali ad un asilo nido.

Quindi, non ci stanno le mamme dell'R5 a trovarsi di fronte al fatto compiuto e non ci stanno soprattutto perché "La casa di Alice" è un luogo in cui "i bambini si mettono al primo posto" e non accettano "sfilate" soprattutto in campagna elettorale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Bella Monaca: Jeeg Robot cacciato dalla casa di Alice

RomaToday è in caricamento