rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Via dell'Archeologia

Tor Bella Monaca, gli inquilini chiamano e il Comune non risponde: nelle case popolari la manutenzione è ‘fai da te’

Hanno chiesto l’intervento di un tecnico che hanno pagato a proprie spese per riparare la perdita d’acqua

“Non si è visto nessuno, ma non potevamo continuare a vivere con l’acqua in casa e le perdite alle pareti fino al cortile”. A parlare è Stefania, una inquilina della palazzina del civico 88 – scala F – di via dell’Archeologia a Tor Bella Monaca che, dopo aver chiesto interventi in municipio e denunciato il disagio dalle pagine del nostro giornale – ha provveduto a sue spese e manutenere la tubatura guasta nelle case del Comune.

Gli inquilini che vivono nella palazzina F di via dell’Archeologia sanno bene cosa voglia dire non essere ascoltati dalle istituzioni. Lo hanno vissuto sulla propria pelle nei mesi scorsi quando per settimane l’ascensore che serve i sette piani dell’immobile è stato fuori uso per molti giorni costringendo disabili, anziani e ammalati a percorrere le scale o a supportarsi a vicenda anche per la spesa. Ma nemmeno il tempo di tirare un sospiro di sollievo che un altro disagio è comparso con prepotenza negli appartamenti. Da giorni una fuoriuscita di acqua ha causato danni alle abitazioni fino a raggiungere il cortile sottostante uscendo dalle pareti.

“Siamo molto delusi – ha detto Stefania al nostro giornale – Abbiamo riparato il danno a nostre spese nonostante avessimo interessato subito il municipio. Ma la verità è che noi siamo dimenticati da tutti tranne che per la riscossione del canone di locazione e degli oneri accessori. È una vergogna trattarci in questo modo”. Intanto, il danno è stato parzialmente risolto da una ditta privata ma gli inquilini di via dell’Archeologia attendono ancora un intervento del Comune per ristabilire il corretto funzionamento delle tubature.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Bella Monaca, gli inquilini chiamano e il Comune non risponde: nelle case popolari la manutenzione è ‘fai da te’

RomaToday è in caricamento