menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra a destra: Enrico e Emanuele Scagnetti

Da sinistra a destra: Enrico e Emanuele Scagnetti

Tor Bella Monaca: il diavolo veste "Glamour Pelle"

Emanuele e Enrico Scagnetti sono cresciuti a Torre Angela, all'interno del negozio della mamma, "Pelletteria Ivana". Da 12 anni sono i titolari di un punto vendita, che hanno rinnovato da poco

Sono cresciuti “respirando pelle” e da 12 anni sono i titolari di un negozio all'interno del Centro commerciale 'Le Torri': Emanuele ed Enrico Scagnetti, 35 e 39 anni,  hanno 'imparato il mestiere' a Torre Angela, all'interno del negozio di mamma Ivana, che per trent'anni ha portato avanti la professione di commerciante.
 “Abbiamo aperto  il punto vendita 'Glamour Pelle' per proseguire l’attività di famiglia – racconta Emanuele –. Eravamo sempre accanto a mia madre nella "Pelletteria Ivana", osservando il grande movimento commerciale caratteristico degli anni ’70 e ’80, quando le persone facevano acquisti in spensieratezza. Il nostro è un settore di accessori, in cui le tendenze cambiano velocemente. All’epoca però c’era maggiore attenzione alla qualità della merce e ai prodotti di livello: ovviamente la disponibilità economica era più alta. Ma oggi è mutata anche la mentalità dell’acquisto: l’oggetto dura il tempo di una stagione, prima invece durava vent'anni: ci sono signore che conservano ancora nell’armadio le borse che hanno comprato da mia madre negli anni '80. Questi prodotti esistono ancora, ma sono considerati ‘di nicchia’: oggi si punta sull’immagine, non sulla qualità e la resa nel tempo".


"Glamour Pelle" vende accessori, borse, portafogli, cinture, valigeria, articoli da viaggio, piccoli accessori da cerimonia e filati. Il negozio ha successo soprattutto per la competenza, la disponibilità e la gentilezza dei titolari, che offrono prodotti di grandi marchi, con un'attenzione al prezzo. I prodotti in vetrina appartengono alle aziende che ‘funzionano’ di più sul mercato: Armani, Piquadro, Guess, Rocco Barocco e altri marchi emergenti come ‘Gabs’. Da tre settimane è stato inaugurato un nuovo punto vendita, più grande, al piano terra del centro commerciale.

"Con la crisi abbiamo senza dubbio subito un calo di vendita fisiologico – prosegue Emanuele –, così come è successo sul mercato italiano. Fortunatamente il negozio è a gestione familiare e per questo abbattiamo molto i costi, mantenendo anche un ‘profilo basso’, puntando invece sulla soddisfazione del cliente e risparmiando spesso sui nostri guadagni. I clienti di questo centro commerciale sono diversi da quelli degli altri centri di massa, in cui l’ambiente è ovattato, con luci artificiali e negozi ‘copia e incolla’: questo è un aggregato commerciale di quartiere, nasce plasmato dalla cittadinanza. È uno spazio aperto dove possono circolare animali e dove è possibile fumare. Ma l’aspetto più importante è il contatto umano: sui crea un rapporto di affetto e complicità. Cerchiamo di imparare dal cliente e conoscerlo: non è importante perdere una vendita, ma è fondamentale non perdere un cliente. Scelgono di venire ad acquistare qui: non bisogna dimenticarlo. Il nostro target è prepotentemente  femminile: c’è poi uno 'strascico' maschile: ormai l’accessorio in pelle fa parte dell’immaginario maschile: oggi si vende una vastità di articoli: dalle cartelle, alle cinte, fino ai borselli".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento