TorriToday

Gaia Domus: marciapiedi e illuminazione non sono più una chimera, il Municipio VI dice ‘sì’ ai lavori

La delibera è stata approvata durante il consiglio del sesto municipio. Esulta il consorzio Gaia Domus: "Lavori attesi da sempre"

Gaia Domus - Immagine di archivio

Dalla realizzazione di un marciapiede in via Grotte Celoni da via Villa Castelli e fino a via Tosi, in corrispondenza del campo sportivo e ancora la costruzione della rete di raccolta delle acque meteoriche, il completamento dell’illuminazione pubblica su via Ischitella e via Bovino. Infine, la piantumazione di alberelli in apposite aiuole. Sono questi gli interventi urbanistici decisi dal consiglio del sesto municipio che nei giorni scorsi ha approvato la delibera per impegnare gli uffici a procedere con le valutazioni necessarie.

“Un passo avanti decisivo per la riqualificazione e il miglioramento di Gaia Domus, quartiere della periferia, dimenticato da anni dalle istituzioni romane” ha commentato il presidente del consorzio Maurizio Russo che da anni denuncia lo stato di completo abbandono della zona. “Sembrerebbero lavori scontati ma non lo sono per un quartiere nato spontaneamente tra gli anni ’70 e ‘80 che ha visto i residenti impegnati per garantire i servizi minimi a proprie spese”.

In attesa che i lavori possano essere autorizzati e avviati, dal consorzio: “Certo la risoluzione è solo un atto politico ora bisognerà seguire percorsi amministrativi, inserimento nel bilancio delle opere, finanziamenti conseguenti, procedure ed operatività dei lavori – ha concluso Russo - Ma il primo grande scoglio è stato superato e la soddisfazione è grande”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento