Tor Bella Monaca Torre Angela / Via Amico Aspertini

Libraia di Tor Bella Monaca non vende il libro di Giorgia Meloni? Fratelli d'Italia lo regala a scuola

L’iniziativa in risposta alla scelta della libraia del quartiere di non vendere il testo all’interno della sua attività

“Noi siamo Giorgia”. Questo il titolo dell’iniziativa che il gruppo municipale Fratelli d’Italia ha organizzato per la mattina di giovedì (13 maggio), quando, insieme agli attivisti, regalerà il libro di Giorgia Meloni agli studenti del liceo ‘E.Amaldi’ che vorranno leggerlo. “La storia di Giorgia è un esempio, soprattutto per i giovani” ha detto ai nostri taccuini Nicola Franco, capogruppo di FdI al sesto municipio. 

Nei giorni scorsi, Alessandra Laterza unica libraia di Tor Bella Monaca ha postato sul suo profilo Fb e poi sulla pagina della libreria Booklet una foto del libro di Giorgia Meloni, da titolo ‘Io sono Giorgia’ accompagnata da una didascalia: “Io sono una libraia e questo libro non lo vendo, mejo pane e cipolla che alimentare questo tipo di editoria”. Raggiunta dal nostro giornale ha spiegato: “E’ una scelta etica, la mia libreria è un luogo di resistenza”. La notizia in poco tempo ha fatto il giro del Paese, alimentando polemiche e creando posizioni diverse. 

A contestare la scelta di Alessandra Laterza il gruppo Fratelli d’Italia, in primis: “Grazie a una libraia di Tor Bella Monaca che si rifiuta di mettere in vendita il libro di Giorgia Meloni, veniamo a sapere che gli eroici atti di resistenza nel 2021 sono diventati ridicole censure di una donna nei confronti di un'altra donna” avevano commentato la consigliera regionale di Fratelli d’Italia, Chiara Colosimo, e il capogruppo di FdI in VI Municipio, Nicola Franco.

“Non credo che la libraia conosca la storia di Giorgia – ha aggiunto Nicola Franco, annunciando l’iniziativa di giovedì – E’ stata abbandonata dal padre all’età di tre anni, si è rimboccata le maniche e ha costruito, con non pochi sacrifici, la sua vita e la sua carriera. Avrebbe potuto fare scelte più semplici ma ha preferito lottare, pagando anche lo scotto dei pregiudizi”. Ha concluso: “Tanti i giovani che vivono le sue stesse esperienze, per questo doneremo il libro a chi lo vorrà, giovedì dalle 11.30 alle 13.00”. 

"A Tor Bella Monaca c'è una libreria, la tiene aperta con sacrificio e passione Alessandra. In questi giorni l'odio degli intolleranti l'ha messa nel mirino per una scelta, semplice e libera: alla libreria Le Torri non sarà in vendita il libro di Giorgia Meloni. Bene, la risposta dei postfascisti non si è fatta attendere (l'iniziativa dinanzi al liceo ndr). Domani andrò a Le Torri e comprerò un libro, per solidarietà, perché fa bene e per rispondere con un gesto di sanità mentale agli odiatori e ai fascisti che stanno prendendo di mira questa unica e preziosa esperienza. Sarebbe bello se fossimo in tanti", ha commentato Gianluca Peciola di 'Liberare Roma' su Facebook. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libraia di Tor Bella Monaca non vende il libro di Giorgia Meloni? Fratelli d'Italia lo regala a scuola

RomaToday è in caricamento