Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Via dell'Archeologia

Tor Bella Monaca: droga nascosta ovunque, nei palazzi dove manca tutto

Da via dell’Archeologia a viale Santa Rita da Cascia, ascensori fuori uso creano disagi agli inquilini

Ballatoi, cantine e vani ascensore. Questi i nascondigli perfetti per soldi e droga. Lo racconta il bilancio del blitz che i carabinieri hanno effettuato all’alba della mattina di giovedì, in via dell’Archeologia: la stessa strada dove una settimana fa due giovani di vent’anni sono stati raggiunti da nove colpi di arma da fuoco sparati da una macchina che si è data alla fuga. Elicotteri e sirene spiegate con 150 uomini provenienti dal comando di Frascati sono stati la risposta dello Stato ai proiettili di Tor Bella Monaca: un blitz che ha raccontato anche un’altra faccia della stessa medaglia di disagio sociale.

Già perché se da un lato ci sono gli spacciatori verso l’ascesa delle loro carriere criminali che manomettono gli ascensori per nascondere la droga, per rallentare l’arrivo delle ‘guardie’ o “per nascondere armi” – come hanno raccontato alcuni abitanti al nostro giornale -, dall’altro ci sono gli inquilini che abitano agli ultimi piani delle palazzine – immobili che arrivano fino a 15 – sono anziani, spesso disabili o ammalati. O semplicemente sono donne incinte che fanno ritorno a casa dopo una giornata di lavoro, forse con in mano una cassa d’acqua. Aspettano gli interventi delle istituzioni che riparino il danno e le azioni dello Stato.

Tante volte, dalle pagine del nostro giornale, abbiamo raccontato storie di disagio: la signora in dialisi di largo Mengaroni, arrivata in ospedale con ore di ritardo perché neppure con la barella è stato possibile portarla giù dal settimo piano - è stata portata in spalla - la sera non ha potuto far rientro in casa ancora a causa del guasto. Gli inquilini di via dell’Archeologia che hanno avviato un sistema di mutuo aiuto: abitanti più giovani hanno, per settimane, fatto la spesa al loro posto. Disabili intrappolati dentro casa anche mesi per entrambi gli ascensori guasti. Denunce, segnalazioni e ancora attese per pezzi di ricambio, per sostituzione di ditta appaltatrice: intanto resta lo stallo amministrativo e sociale dove le fragilità diventano ancora più indifese. Ad oggi in via dell’archeologia alla scala M del civico l’ascensore è ancora bloccato, da due settimane. Stessa storia al civico 50 di via dell’Archeologia.

“Guasti troppo frequenti per ascensori neanche troppo vecchi. Notizie di cronaca raccontano come non di rado siano stati trovati anche i Kalashnikov nei vani ascensori. Denunciamo tutto questo da anni e continueremo a farlo” ha detto Nella Converti, candidata al consiglio comunale nelle fila del Partito democratico. “Tanti gli inquilini che tra via dell’Archeologia e viale Santa Rita da Cascia si sono rivolti a noi. Un anno e mezzo fa, un ascensore è rimasto rotto per due mesi”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Bella Monaca: droga nascosta ovunque, nei palazzi dove manca tutto

RomaToday è in caricamento