Lunedì, 18 Ottobre 2021
Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Viale Santa Rita da Cascia

Topi, muffa e liquami: l'Ater ha dimenticato Tor Bella Monaca e i cittadini insorgono

Carenze strutturali e condizioni igienico-sanitarie al limite del sopportabile. Gli inquilini denunciano in consiglio municipale la dura realtà quotidiana

Siamo al civico 50 di Via Santa Rita da Cascia, nel popolare quartiere periferico a Est della Capitale, Tor Bella Monaca. Una situazione di degrado grave e inaccettabile quella in cui versano gli inquilini dello stabile. Una serie di problemi che, gli abitanti dei palazzi Ater vivono quotidianamente. Ogni giorno, infatti, gli inquilini del civico 50 sono costretti a combattere con la presenza di topi, liquami fognari e muffa. Un disagio vero che mina la sicurezza strutturale e la salute dei cittadini. 

Stanchi ed esasperati gli inquilini nel pomeriggio di giovedì 19 marzo, si sono recati presso i locali del Municipio delle Torri per esporre le loro problematiche, raccontare il loro difficile vivere quotidiano in situazioni di forte degrado come la presenza di topi, i liquami fognari e la muffa negli appartamenti. Condizioni igienico-sanitarie gravi e preoccupanti. Nonostante gli inquilini Ater abbiano più volte, anche in altre sedi, sollecitato interventi da parte dell'amministrazione, nulla era ancora accaduto. 

Dopo i loro interventi, volti a manifestare il degrado in cui versano intere famiglie che vivono di Via Santa Rita da Cascia, il Presidente del Municipio, Marco Scipioni, ha invitato gli inquilini a lasciare alcuni nominativi in rappresentanza di tutti così da chiedere un incontro al Presidente Ater che faccia chiarezza e proponga soluzioni sulla triste vicenda. 

TESTIMONIANZA - "Come se fossimo bestie". Una denuncia forte fatta a Roma Today da chi, nella torre di Via Santa Rita da Cascia al civico 50, ci vive da molti anni. "E' una cosa vergognosa. Queste palazzine sono state abbandonate nel degrado più totale. Non c'è manutenzione. Le fogne sono strapiene e i liquami fuoriescono anche dai servizi igienici, soprattutto negli appartamenti dei piani bassi ma anche in quelli dei piani più alti si sente una sorta di 'borbottìo' come se qualcosa volesse uscire. Un degrado vero e inaccettabile." 

La scarsa manutenzione alla struttura dello stabile, comporta altri problemi agli inquilini che si trovano costretti a combattere con la presenza di topi, nei corridoi o, molto spesso, anche all'interno degli appartamenti stessi, come ci viene raccontato: "I topi sono costantemente presenti all'interno del palazzo, nei corridoi e qualcuno li ha anche ritrovati in casa, escrementi di topo sono stati trovati da alcuni inquilini anche sui balconi degli appartamenti. Un altro dramma che viviamo è la presenza di muffa all'interno delle case. Quando fu fatta manutenzione alla facciata del palazzo, oltre quindici anni fa, le crepe vennero solo rattoppate e quindi il problema delle infiltrazioni è ancora presente".

Nessuna manutenzione neppure alle centraline della corrente elettrica, le zone comuni del palazzo sono completamente al buio, a meno che gli inquilini non provvedano da soli a sistemare le lampadine: "I corridoi sono al buio. Alcune lampadine le abbiamo messe da soli. In questo palazzo ci abitano molti giovani e sarebbe veramente pericoloso, anche di sera, per alcuni di loro percorrere corridoi non illuminati. I quadri elettrici non sono a norma anche a causa di allacci abusivi che fanno continuamente saltare la luce. Non abbiamo i portoni perché ci sono stati rubati dai rom, in quanto realizzati in ferro, neppure i citofoni. Viviamo un rischio continuo. Le cantine sono sporche e al buio. L'Ama non interviene perché non c'è luce e la ditta dei servizi non interviene perché le cantine sono sporche. Un cane che si morde la coda. Per non parlare delle giornate in cui c'è il mercato rionale, due volte la settimana. Non ci sono bagni chimici e la gente usa le nostre cantine come water." 

Gli inquilini del palazzo, durante il loro intervento, hanno chiesto, inoltre, la convocazione di una Commissione Bilancio e Patrimonio del Municipio VI che esegua un sopralluogo per verificare la drammaticità delle condizioni dello stabile. Attivisti del Movimento Cinque Stelle stanno collaborando con gli inquilini Ater per trovare soluzioni immediate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Topi, muffa e liquami: l'Ater ha dimenticato Tor Bella Monaca e i cittadini insorgono

RomaToday è in caricamento