TorriToday

Rifiuti e mura imbrattate, benvenuti alla stazione metro di Torre Angela

Il sottopassaggio che conduce alla stazione metro Torre Angela della linea C è di nuovo nel degrado. Ad abbellire i corridoi cartacce e odori nauseabondi

E' finito di nuovo nel degrado il sottopasso che conduce alla metro Torre Angela della linea C, nell'omonimo quartiere del Municipio Roma VI delle Torri. Cartaccie ma anche sacchetti di rifiuti: il corridoio si è arricchito quindi di nuovi complementi di arredo. Inoltre, le mura sono state imbrattate con scritte realizzate dall'ausilio di bombolette spray. Non è tutto. A questo si è aggiunto un odore acre che "avvolge" utenti e residenti quando percorrono il passaggio.

metro-c-2-20

Eppure nei mesi scorsi il gruppo di volontari retake Torre Angela aveva messo a punto una meticolosa operazione di pulizia, proprio qui, nel sottopassggio. Oltre a rimuovere i rifiuti accantonati lungo le pareti e sulle scale che portano in superficie, infatti, i retakers avevano anche verniciato le pareti. Insomma, grazie al loro lavoro, la stazione metro aveva cambiato "volto", in meglio chiaramente.

"Qui non viene mai nessuno a pulire - ha commentato un residente del quartiere - il degrado è in continuo aumento". I rifiuti posizionati anche lungo le scale di accesso non hanno rappresentato però l'unico disagio. "Si avverte un odore molto forte di urina", le scale e i locali del sottopasso sono stati dunque utilizzati anche come bagni pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento