rotate-mobile
Tor Bella Monaca Tor Bella Monaca / Via dell'Archeologia

Ascensori simbolo dell'abbandono: a Tor Bella Monaca anche salire a casa è diventato impossibile

Da via dell'Archeologia a via Mitelli passando per largo Mengaroni: anziani e disabili restano bloccati dentro casa

“Tutto è rimasto così com’era un mese fa”. Da un punto all’altro del quartiere Tor Bella Monaca la risposta è sempre la stessa: nessuno ha riparato gli ascensori che da molte settimane tengono ostaggio gli inquilini delle case popolari, soprattutto disabili e anziani. E, se le proteste dei giorni scorsi in municipio hanno sortito effetti quasi impercettibili in alcune torri, in altre ci sono inquilini che provvedono a sistemare nel migliore dei modi tutto quello che è in loro potere per consentirne l’utilizzo. In altre torri, invece, si preferisce commissionare la spesa perché uscire e poi ritornare a casa, a Tor Bella Monaca, è diventato un lusso, un obiettivo impossibile da raggiungere.

L’ascensore al civico 64 di via dell’Archeologia, divenuto “famoso” suo malgrado per essere stato guasto 59 giorni nell’indifferenza generale degli amministratori, è di nuovo rotto a causa degli atti vandalici alla pulsantiera. Ancora una volta gli inquilini, dopo aver assaporato il “gusto della libertà” sono di nuovo costretti a casa in alcuni piani dell'immobile dove i tasti sono manomessi: “Ormai i tecnici non si vedono neanche più, è come se per il Comune noi non esistessimo” hanno detto a Roma Today gli inquilini disabili della palazzina. Qualche civico più in là, il 10, stessa sorte: l’ascensore della scala O è ancora guasto, mai rimesso in funzione e anche in queste case vivono disabili ma soprattutto anziani che fanno fatica a scendere e risalire le scale e spesso restano in attesa, davanti alla rampa, di qualche “giovanotto” che li aiuti.

In largo Mengaroni, nella torre dell’ultimo blitz dei carabinieri dello scorso giugno, stessa identica situazione: un ascensore è fuori uso, un altro arriva al 13esimo piano (e non all’ultimo che è il 14esimo) e “Si sentono dei rumori assurdi, prima o poi anche questo si bloccherà”. Nemmeno qui gli inquilini restano inermi a vedere cosa succede: “Ci attacchiamo al telefono ma in cambio abbiamo solo risposte stizzite degli operatori dei call center che annunciano l’apertura di un altro reclamo” hanno detto gli inquilini della torre numero 3.

Dall’altro lato del quartiere, in via Agostino Mitelli, un fulmine nei mesi scorsi ha “condannato” al buio l’ascensore in una palazzina di quattro piani e nonostante le numerose segnalazioni ancora nessun intervento da parte del Comune. Il tempo, nelle case popolari di Tor Bella Monaca, scorre lento in attesa che la politica detti la linea e restituisca agli inquilini la dignità di vivere in un alloggio del Comune.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascensori simbolo dell'abbandono: a Tor Bella Monaca anche salire a casa è diventato impossibile

RomaToday è in caricamento