rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Tor Bella Monaca Torre Angela / Viale Duilio Cambellotti

Le Torri diventano arena cinematografica perché "la cultura può risolvere problemi"

L’appuntamento è fissato dall’8 al 22 settembre nel Parco Peppino Impastato e alla Biblioteca Collina della Pace

Una rassegna cinematografica dal titolo “Avvistamenti” è la nuova iniziativa targata Municipio Roma VI e Biblioteche di Roma. Un protocollo d’intesa per favorire la proiezione di pellicole d’autore in luoghi di periferia, le torri appunto, ma soprattutto per dare linfa alla cultura perché: “La cultura può risolvere i problemi e farci sentire meno soli in questo tono di grigio che abbiamo ereditato” ha spiegato il titolare della cultura del parlamentino di viale Cambellotti. E così Torre Angela, Tor  Bella Monaca, Torre Maura, Torre Spaccata e Tor Vergata diventano punti di osservazione ideali per “avvistare” una nuova realtà urbana.

Perché “Avvistamenti” alle Torri

“Questa rassegna cinematografica è uno dei tentativi di mettere in luce quanto di buono si può fare anche qui, nel nostro territorio” ha commentato a Roma Today Alessandro Gisonda, assessore alla cultura del Municipio Roma VI delle Torri. E così Gisonda ha spiegato la nascita dell’iniziativa, partendo dal titolo: “Avvistamenti vuole sottolineare la volontà di avere un punto di vista "alieno" sul territorio perché la cultura può risolvere i problemi se ci fornisce gli strumenti per affrontarli – ha aggiunto - non sarà il cinema a cambiare la periferia ma saranno le persone che riescono, con fiducia, a guardarla in modo diverso e ad intravedere le sue potenzialità”.

Gisonda: “La cultura come luogo per ritrovarsi”

Sulla cultura ha puntualizzato: “La cultura è un "luogo" per ritrovarsi e questo ci pone al di sopra dei problemi quotidiani, un luogo neutro dove costruire un futuro migliore –ha aggiunto – la politica culturale del municipio vuole lavorare proprio su questo, niente eventi spot ma costruzione di reti, di valorizzazione delle eccellenze, di consapevolezza del proprio territorio e della tanta bellezza nascosta nei luoghi e nelle persone. La cultura, prima di tutto è incontro e solo dall'incontro nascono le idee nuove che, condivise, ci fanno sentire meno soli in questo tono di grigio che ci hanno lasciato in eredità”.

La rassegna cinematografica

L’appuntamento è fissato dall’8 al 22 settembre nel Parco Peppino Impastato e alla Biblioteca Collina della Pace, nel VI Municipio. Quindici giorni dedicati al cinema, 23 film, tre sezioni cinematografiche: “Oltre la città” (film sulle nuove identità metropolitane, a cura di Biblioteche di Roma); “I bambini ci ri-guardano” (film di animazione e fiction per bambini, a cura di Alice nella Città); “Viaggi nello spazio e nel tempo” (film di fantascienza, a cura dell’ASI - Agenzia Spaziale Italiana).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Torri diventano arena cinematografica perché "la cultura può risolvere problemi"

RomaToday è in caricamento